Home Recensioni Live Stage Of Reality - Roma, 10 Ottobre 2014

Stage Of Reality
Roma, 10 Ottobre 2014

Roma, 10 Ottobre 2014 - Stazione Birra 

Una serata elettrizzante quella del 10 ottobre a Stazione Birra, accogliente locale alle porte di Roma, per la presentazione del primo lavoro degli Stage Of Reality di Andrea Neri, già chitarrista degli Astarte Syriraca. I brani di “The Breathing Machines”, sono intriganti, energici e ben si adattano in  sede live.


WAIT HELL IN PAIN

Ma andando per ordine, ad aprire la serata spetta ai Wait Hell In Pain, ottima band con voce femminile, ma che si allontana dall’ormai saturo panorama del gothic metal, preferendo sterzare verso un sound molto più hard rock ed heavy metal. I Wait Hell In Pain offrono una performance eccellente, suonando sei brani, tra cui “Delirium”, “The Game” e “Behind The Mask” che finiranno nel loro primo lavoro che vedrà luce nel 2015.


WAIT HELL IN PAIN

Kate Sale, oltre ad avere un’ottima presenza scenica, ha una bellissima voce, potente quando serve ma anche melodica ed ogni tanto capace anche di lasciarsi andare in growls, bravi anche i due chitarristi Stefano Prejanò e Ludovico Luce e la sezione ritmica con Damir Rapone al basso e Stefano Rossi è precisa e potente.


STAGE OF REALITY

Dopo questa carica d’energia è la volta degli Stage Of Reality, pronti per presentare uno spettacolo anche teatrale, con immagini proiettate nel megaschermo alle loro spalle. La band è molto professionale e molto precisa nell’esecuzione dei brani, che rendono molto bene in sede live. Francesco Marino è un vero frontman, una voce ai limiti della perfezione che riesce a dare ad ogni brano colori diversi ed i due chitarristi, Bernardo Nardini e Andrea Neri, riescono a creare ottimi momenti chitarristici e la sezione ritmica è sempre perfetta, con Daniele Michelacci alla batteria e Marco Polizzi che imbraccia un basso a 9 corde.


STAGE OF REALITY

I brani di “The Breathing Machines”, non sono nello stesso ordine del disco e riescono a coinvolgere i presenti. “The Breathing Machines”, “Shadows Of The Past”, “Grey Men”, “The Lies Box”, sono solo una parte di ciò che la band ha prsentato dal vivo e va menzionata anche la lunga “Mindless”, con la parte recitata da Pisolini ed un finale che mette in risalto l’apertura mentale della band, con due cover lontane anni luce tra di loro, “The Gift” degli Inxs e “Crazy Train” di Ozzy Osbourne. C’è anche il bis e “The Breathing Machines”, brano che dà il titolo all’album, viene riproposta nel finale. C’è tanta  buona musica in questo strano nostro Paese, basta solo dargli spazio e la credibilità che merita.


STAGE OF REALITY





WAIT HELL IN PAIN:
Kate Sale
: Voce
Stefano Prejanò: Chitarra
Ludovico Luce: Chitarra
Damir Rapone: Basso
Stefano Rossi: Batteria

STAGE OF REALITY:
Francesco Marino
: Voce
Andrea Neri: Chitarra
Bernardo Nardini: Chitarra
Daniele Michelacci: Batteria
Marco Polizzi: Basso

Data: 10/10/2014
Luogo: Roma - Stazione Birra
Genere: Heavy Metal/Hard Rock/Crossover/Progressive Metal

Setlist Wait Hell In Pain:
01. Forbidden
02. Delirium
03. The Game
04. Rain Of May
05. Behind The Mask
06. Get It Out
07. Never Gonna Stop

Setlist Stage Of Reality:
01. Intro
02. The Breathing Machines
03. Shadows From The Past
04. Good And Evil
05. The Building
06. Five Senses
07. Grey Men
08. The Lies Box
09. Mindless
10. Where Are We Going
11. The Next Generation
12. The Gift (Inxs Cover)
13. Crazy Train (Ozzy Osbourne Cover)
Encore:
14. The Breathing Machines

 

 

 

Banner

Recensioni underground più lette

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.