Home Recensioni Live Philip Glass "The Complete Piano Études" - Roma, 16 Luglio 2017

Philip Glass "The Complete Piano Études"
Roma, 16 Luglio 2017

Roma, 16 Luglio 2017 - Luglio Suona Bene - Auditorium Parco della Musica, Cavea

Per le foto si ringrazia Musica per Roma.

Serata di notevole spessore quella trascorsa alla Cavea dell’Auditorium, con uno dei giganti della musica contemporanea, Philip Glass.  Il compositore statunitense ha ripercorso uno dei suoi più celebri corpus, i Piano Études, elaborati in un arco di tempo piuttosto ampio che va dal 1991 al 2012 . Venti composizioni di cui l’anziano musicista si è avvalso della collaborazione di 4 pianisti che assieme a lui si sono alternati, nella riproposizione dei brani.

La caratteristica minimalista, figura centrale nei lavori di Glass, ha il forte impatto di essere sì caratterizzata da brevi cellule musicali che si ripropongono, talvolta in maniera ossessiva, ma con il risultato di ampliarsi su più livelli paralleli, i quali oltre a intrecciarsi tra loro, si caratterizzano da molteplici passaggi di quiete e fuga, come accade ad esempio negli Études 3 e 13. I brani della seconda parte del corpus, sono quelli in cui l’autore si è distaccato progressivamente dai canoni più integerrimi e tecnici, per virare verso panorami più spontanei, vividi e melodici. Tra i protagonisti, spiccano particolarmente le due ottime pianiste Viviana Lasaracina e Maki Namekawa a cui sono affidate le esecuzioni più dinamiche e brillano particolarmente per la grande raffinatezza, qualità tecnica  e trasporto che restituiscono al pubblico con le proprie interpretazioni.

La serata scorre davvero con piacere , regalando oltre due ore di musica che trae vigore dall'essenzialità, com'è ovvio che sia, ma ciò non significa che i lavori dell'artista di Baltimora siano spoglie, anzi, dimostrano come sfruttando un nucleo musicale semplice, si possa costruire un risultato melodico e ritmico dal forte impatto e strutturazione. L’aspetto di fruibilità non viene mai meno, e ciò senza alcun dubbio ha permesso al genio americano di coniugare studio teorico, sperimentazione e vicinanza ad un ampio spettro di ascoltatori.

 


Philip Glass: piano
Viviana Lasaracina: piano
Maki Namekawa: piano
Dennis Russel Davies: piano
Roberto Esposito: piano

Data: 16/07/2017
Luogo: Roma - Auditorium PdM
Genere: Musica contemporanea/Avant-garde

 

 

Banner

Recensioni underground più lette

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.