Home Recensioni Masterpiece
Masterpiece

Matching Mole
Matching Mole

StampaE-mail

Scritto da Paolo Marchegiani Sabato 06 Gennaio 2024 06:55

Il progetto Matching Mole nasce per volontà di Robert Wyatt nel 1972, in seguito alla conclusione della sua esperienza con i Soft Machine.

Leggi tutto...

 

Napoli Centrale
Napoli Centrale

StampaE-mail

Scritto da di Paolo Marchegiani e Gianluca Livi Giovedì 04 Gennaio 2024 06:55

Corre l'anno 1975 e i Napoli Centrale, costituiti dal sassofonista James Senese ex leader degli Showmen e Franco Del Prete alla batteria, danno vita al loro primo lavoro dal titolo omonimo.

Leggi tutto...

 
 

Deep Purple
Machine Head

StampaE-mail

Scritto da Enzo Cacciapuoti Martedì 02 Gennaio 2024 06:55

Machine Head, album prodotto nel 1972 dai Deep Purple è sicuramente uno degli dischi più importanti della storia del Rock Duro, lavoro che poi portò la band al più “conosciuto” album Made in Japan.

Leggi tutto...

 

Kiss
Creatures of the Night

StampaE-mail

Scritto da Fabio "Stanley" Cusano Domenica 31 Dicembre 2023 20:55

Tempi duri per il bacio: dopo aver raggiunto vette di popolarità inaudite nella seconda metà degli anni ’70 con una serie di dischi favolosi, all’inizio del nuovo decennio nessuno sembra più ricordarsi del loro rock’n’roll pieno di virile energia, sudore, ritornelli canticchiabili e feste ad alto tasso alcolico e sessuale.

Leggi tutto...

 
 

AC/DC
Highway To Hell

StampaE-mail

Scritto da Fabio "Stanley" Cusano Mercoledì 27 Dicembre 2023 20:55

It's Long Way To The Top...

Leggi tutto...

 

Lucio Battisti
Amore E Non Amore

StampaE-mail

Scritto da Fabio "Stanley" Cusano Lunedì 25 Dicembre 2023 20:55

Lucio Battisti, il cantautore più amato della musica pop(olare) italiana, nel 1971 chiuse i rapporti con l’etichetta Dischi Ricordi rilasciando sul mercato il suo terzo album in 2 anni (anche se per molti è considerato a ragione il suo primo vero lavoro di inediti), che nonostante si posizionò in vetta alle classifiche italiane dell’epoca, al contrario dei suoi predecessori non rilasciò pezzi rimasti nell’immaginario pubblico, fatta eccezione per l’opener “Dio mio no”, dal testo censurato dalla RAI ma che fu ugualmente molto passata alle radio, diventando ugualmente un grande successo.

Leggi tutto...

 
 

The Beatles
Abbey Road

StampaE-mail

Scritto da Fabio Busi Sabato 23 Dicembre 2023 20:55

La storia dei Beatles la conosciamo tutti, sono stati versati fiumi d'inchiostro per raccontare tutte le dinamiche relative alla band che più di tutte ha segnato la musica rock dagli anni '60 ad oggi. Non è quindi mia intenzione tediarvi con una recensione storiografica rigorosa, che spieghi in modo oggettivo l'importanza di questo disco.

Leggi tutto...

 

Embryo
Live

StampaE-mail

Scritto da Gianluca Livi Giovedì 21 Dicembre 2023 20:55

Fanno sorridere i malcelati soloni della musica quando qualificano come genere a sé stante il krautrock, ricomprendendovi musicalità assai distanti fra loro.
Costoro avrebbero la pretesa di accostare tra loro il progressive dei Jane, il blues-rock degli Steamhammer, l'elettronica dei Tangerine Dream.

Leggi tutto...

 
 

Circus
Movin' on

StampaE-mail

Scritto da Gianluca Livi Sabato 11 Novembre 2023 06:13

Il secondo album degli svizzeri Circus cambia le carte in tavola.
La formula indistinta del primo lavoro viene abbandonata a favore di una presenza decisamente più consistente di ciascuno strumento utilizzato, nonché della voce, stavolta molto chiara.
Anche il genere è definito: progressive puro e di livello elevatissimo, sapientemente condito con un vago sapore jazz, mai fuori luogo, come testimoniato da tutti i brani ed in particolare dalla suite omonima, un brano forte dei suoi 22 minuti di crescendo, atmosfere eteree, improvvise esplosioni sonore.
Una maggiore fruibilità delle melodie proposte rende perfetto il lavoro finale, sicuramente sempre poco commerciale ma destinato a maggior presa sul pubblico.
I primi tre brani “The Bandsman” , “Laughter Laneh”, “Laughter Laneh” iniziano tutti in un modo e finiscono in un altro.

Leggi tutto...

 

Led Zeppelin
Physical Graffiti

StampaE-mail

Scritto da Giuseppe Artusi Sabato 21 Ottobre 2023 14:13

Pur non essendo il capolavoro del gruppo, PHYSICAL GRAFFITI resta un album miliare nella storia del rock e in un certo senso la summa dell'arte degli Zeppelin: fortemente voluto da Jimmy Page, il doppio album doveva in effetti racchiudere tutte le sfaccettature e le sfumature della musica del gruppo, superando i dubbi e le perplessità suscitate dall'album precedente, HOUSES OF THE HOLY.

Leggi tutto...

 
 

Pagina 5 di 21

Banner

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.