Home Recensioni Live Lynyrd Skynyrd - Milano, 3 Giugno 2009

Lynyrd Skynyrd
Milano, 3 Giugno 2009

Milano, 3 Giugno 2009 - Palasharp

E’ rimasto il solo Gary Rossington della line-up originale, ma il concerto degli Skynyrd a Milano è stato comunque un evento. Lo dimostrano i 7/8000 fans (dai vecchi nostalgici over 50 agli under 20) accorsi al Palasharp di Milano per l’unica data italiana della band “southern” per eccellenza.

Dopo l’incidente aereo dell’ottobre 1977 che spezzò il sogno del gruppo all’apice della carriera (solo l’anno prima avevano stupito tutti al festival di Knebworth tanto che ormai erano definiti i “nuovi Rolling Stones” ), la lenta risalita dapprima con il Tribute tour del 1987.
Poi la scomparsa del chitarrista Allen Collins (suo l’assolo finale nella versione originale del “monumento” Free Bird), altri album (anche di buon livello), altre morti premature (il bassista Leon Wilkeson nel 2001, il pianista Billy Powell qualche mese fa, solo per citare i membri storici), ma una continua voglia di ricominciare e di suonare la “loro” musica.

Eccoli quindi sul palco del Palasharp, rinnovati nella formazione, ma sempre “carichi” come agli esordi con la squadra “dei tre chitarristi tre”, Rossington, Medlocke e la new entry Mark Matejka, in grande spolvero.
Tutto il meglio del quadriennio 1973/1977 riproposto con grinta e convinzione: il trittico iniziale "Workin’ for Mca, I ain’t the one e Saturday night special (nell’identico ordine presente nel live "One more from the road") serve a scaldare la platea; poi "Gimme back my bullets" (dal sottovalutato album omonimo) e ancora "What’s your name" e "That smell" (tratte da Street survivors uscito solo tre giorni prima il plane-crash); la superba "Simple Man" (cantata a squarciagola dal pubblico e dedicata per l’occasione al compianto Billy Powell); il medley "Down south jukin’/The needle and the spoon/Double trouble" da assaporare tutto in un fiato ...
E’ la volta della commovente "Tuesday’s gone" (e le mie prime lacrimucce ...) e poi delle trascinanti ed infuocate "Gimme 3 steps" e "Call me the breeze".

Appare la vecchia bandiera “dixie” ... è l’ora di "Sweet Home Alabama" con il pubblico in pieno delirio!!!
Poi il bis ... ”one more song ... what song do you wanna hear? If I leave here tomorrow would you still remember me? ...
Fly high Free bird ... vola alto ... e proteggici tutti. Immortali


Data: 03/06/2009
Luogo: Milano - Palasharp
Genere: Southern Rock

Setlist:
01. Workin' for MCA
02. I ain't the one
03. Saturday night special
04. Gimme back my bullets
05. What's your name
06. That smell
07. Simple man
08. Whiskey rock - a roller -
09. Medley (Down south jukin, The needle and the spoon, Double trouble)
10. Tuesday's gone
11. Gimme three steps
12. Call me the breeze
13. Sweet home Alabama
14. Free bird

 

Banner

Recensioni underground più lette

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.