Home Recensioni

Recensioni

South Zone Saxophone Quartet
Other Size

PDFStampaE-mail

Underground

Scritto da Bartolomeo Varchetta Giovedì 02 Novembre 2017 19:47

Questo album è la dimostrazione tangibile di quanta espressività può essere racchiusa nel sassofono.
Quattro sassofoni coprono tutte le gradazioni tonali, privi di accompagnamento da parte di altro strumento, né ritmico né solistico, che danno prova di affiatamento (e in questo caso, nel vero senso del termine) fuori dal comune.

Leggi tutto...

 

Metropol Parasol
Farabola

PDFStampaE-mail

Underground

Scritto da Max Casali Giovedì 02 Novembre 2017 19:35

In meno di due anni di militanza i viareggini Metropol Parasol arrivano all’esordio con “Farabola”, comprensive di 7 tracce stratificate e dal diverso rilievo.

Leggi tutto...

 
 

Chris Hillman
Bidin' my time

PDFStampaE-mail

Album

Scritto da Jacopo Giovannercole Giovedì 02 Novembre 2017 13:04

Artefice da sempre di un Country Rock stratificato e multiforme, Chris Hillman non sempre viene considerato fra i padri effettivi del suo genere.

Leggi tutto...

 

David Gilmour
Live at Pompeii

PDFStampaE-mail

Album

Scritto da Bartolomeo Varchetta Giovedì 02 Novembre 2017 12:17

L’anfiteatro di Pompei, il Vesuvio sullo sfondo, David Gilmour con la sua consumata Fender Stratocaster imbracciata. 

Leggi tutto...

 
 

Ianus Piano Duo
Sei per due

PDFStampaE-mail

Underground

Scritto da Bartolomeo Varchetta Mercoledì 01 Novembre 2017 18:33

Nato dal sodalizio artistico tra la partenopea Orietta Caianiello e dal capitolino Antonio Sardi de Letto, “Sei per due” è un album d’eccellenza per intensità evocativa e spessore tecnico. L’incisione risale ad una esibizione dal vivo del 30 Marzo 2003 tenutasi presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma e mostra in tutto il suo splendore l’intesa musicale venutasi a creare tra i due pianisti.

“Sei per due” perché il concerto ha come oggetto la rivisitazione in chiave pianistica di alcune composizioni del cosiddetto Groupe des Six, così come etichettato dal critico Henri Collet, ovvero quel gruppetto di sei musicisti che nei primi anni venti del secolo scorso condivisero ideali musicali e desideri avanguardistici in una Parigi alla ribalta in una Europa alla ricerca di identità ma ancora frastornata dalla immatura presunzione della cosiddetta società civile che proprio in quegli anni esprimeva la propria bellicosa idiozia come fosse un vanto.

 

Leggi tutto...

 

Rava-Herbert-Guidi
Bologna, 27 Ottobre 2017

PDFStampaE-mail

Live

Scritto da Rino Carobello Mercoledì 01 Novembre 2017 17:59

Bologna, 27 Ottobre 2017 - Bologna Jazz Festival - Teatro delle Celebrazioni

Leggi tutto...

 
 

Il dEli
Lo stupido che canta

PDFStampaE-mail

Underground

Scritto da Bartolomeo Varchetta Martedì 31 Ottobre 2017 00:07

Il dEli, scritto proprio come lo vedete, non è altro che lo pseudonimo di Roberto Deliperi, cantautore piemontese alla sua prima vera esperienza nel mercato discografico. “Lo stupido che canta” è un album molto eterogeneo per stili ed impegno emotivo. Come infatti dichiarato dallo stesso Deliperi, l’incisione è ispirata a tutte quelle correnti musicali che hanno influenzato il suo percorso musicale e di vita.

Leggi tutto...

 

Klan Destiny
Roba commerciale

PDFStampaE-mail

Underground

Scritto da Bartolomeo Varchetta Lunedì 30 Ottobre 2017 23:53

Klan Destiny ovvero Luther (Gabriele Leandrin) e Lava Elle (Luca La Valle) sono due giovani rapper al loro primo impegno di respiro più ampio, seppur soli cinque brani sono pochi per poter parlare di vero e proprio album.

Leggi tutto...

 
 

Mogwai
Roma, 28 Ottobre 2017

PDFStampaE-mail

Live

Scritto da Andrea Marchegiani Lunedì 30 Ottobre 2017 21:23

Roma, 28 Ottobre 2017 - Atlantico Live

Leggi tutto...

 

Miles Davis
In a Silent Way

PDFStampaE-mail

Masterpiece

Scritto da Alex Marenga Giovedì 26 Ottobre 2017 12:15

Nel 1969 Miles Davis è già uno dei più influenti musicisti della scena jazz.
Dopo i suoi esordi al fianco di Charlie Parker ha preso parte all’esplosione del cool jazz negli anni '50 collaborando con musicisti straordinari come Sonny Rollins e Gil Evans e nel 1959 ha realizzato uno degli album epocali della storia del jazz Kind Of Blue.

Leggi tutto...

 
 

Pagina 4 di 411

Banner

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.