Underground

Ella Goda
Ella Goda

PDFStampaE-mail

Scritto da Max Casali Domenica 14 Maggio 2017 17:34

Ci son voluti all’incirca 1500 giorni di gestazione per il primo lavoro omonimo degli Ella Goda. Arrivano dal bergamasco, sono attivi da 4 anni e la loro proposta è decisamente accattivante che raccoglierà consensi. E’ un album che, per semplicità , s’inquadra nel power-pop ma non è propriamente cosi. Conierei, piuttosto, col marchio “lord-pop”, in quanto il sound ha sfumature signorili di pop ma anche di rock, piazzato in giuste dosi. L’opera parte col singolo “La cura Schopenhauer”, basso severo per introdurre un pezzo che ha il suo fascino nelle latenti trombe e l’arpeggio lontano di chitarre con l’azzeccata alzata di un’ottava nella tonalità. Si prosegue con “La mia eredità” in cui si rende omaggio al padre del singer Brian , per aver ereditato la sua navigata chitarra che conserva un sound fascinoso: e si sente. Ora, signori, un inchino prego! Per una ballad da brivido: “Qualcosa di astratto”, una delle migliori che siano passate in questi ultimi tempi. Elegante, viscerale, moderatamente accorata, con sfumature vocali dei fascinosi Radio Dervish. Invece, “Quattro anni” è traccia vivace e spensierata che evidenzia la constatazione che nella vita di provincia possono passare tutti gli anni che vuoi ma, gira-gira, in una piccola realtà, i pensieri tornano uguali a prima. Con gli Ella Goda si assorbono anche concettualità di spessore: dal già citato Schopenhauer ( il quale dimostrò che col solo ausilio delle parole si possano innestare cambiamenti e cure nelle persone ), alla poesia di Marco Ardemagni titolata in “Uomo e cosa” con la quale il cantante Brian Zaninoni ne rimane folgorato a tal punto da scriverne l’omonima canzone, costruita su un giro di piano che s’attacca come una zecca e si stacca solo passando a “Che cosa rischiamo”, un dolce power-pop appoggiato su riff chitarristico e andatura circolare.

Leggi tutto...

 

Casa
Variazioni Gracchus

PDFStampaE-mail

Scritto da Alex Marenga Domenica 14 Maggio 2017 17:28

Che il progetto di Filippo Bordignon, in bilico fra situazionismo e “performazione”, attraversasse in modo imprevedibile vari generi di “popular music” utilizzando forme e soluzioni originali era un dato acquisito. Ma quest’ultimo lavoro si distacca decisamente dalle sperimentazioni sulla scrittura musicale, sui testi e sull’improvvisazione che collocava i Casa entro il perimetro dell’avantgarde rock. Da sempre fautore dell’interazione fra diverse discipline artistiche in “Variazioni Gracchus” Bordignon si ricollega ad un tardo racconto di Franz Kafka (“Der Jäger Gracchus”). Il lavoro si presenta come una entità coerente, come avviene nelle compilazioni di musica classica, ed è costituito da tre composizioni articolate in movimenti e variazioni. Il tentativo di Bordignon è ambizioso, forse anche troppo, e rompe decisamente con il passato, seppur variegato, dei Casa. Pur marcato come disco dei Casa “Variazioni Gracchus” si presenta come disco solista del leader, che rimasto come compositore unico si affida ad esecutori di matrice accademica.

Leggi tutto...

 

Cranchi
Spiegazioni Improbabili

PDFStampaE-mail

Scritto da Max Casali Domenica 07 Maggio 2017 18:43

E’ sempre valido ed attuale quel vecchio adagio che recita :”Squadra vincente non si cambia”.  Lo pensa pure Massimiliano Cranchi che, nel  suo quarto lavoro “Spiegazioni improbabili”  conferma la stessa band del precedente ma cambiano, bensì, certe delineazioni liriche e sonore, per tentare di raccontare la difficoltà di descrivere vicende personali, ma con la lente distanziale che il ricordo comporta.

Leggi tutto...

 
 

Giulia Gregorig
Making And Unmaking

PDFStampaE-mail

Scritto da Daniele Ruggiero Domenica 07 Maggio 2017 13:37

L’esordio di “Giulia Gregorig” è un riflesso scintillante sulle acque di una musica raffinata e molto elegante. 

Leggi tutto...

 

Nadsat
Crudo

PDFStampaE-mail

Scritto da Daniele Ruggiero Domenica 07 Maggio 2017 13:32

“Crudo” è sinonimo di immediatezza, come un fiore non parla ma sboccia senza preavviso generando stupore. 

Leggi tutto...

 
 

Volcano Heat
Black Mood Swings

PDFStampaE-mail

Scritto da Daniele Ruggiero Domenica 07 Maggio 2017 13:27

Non è scontato che un vulcano erutti rabbia e distruzione, come ben dimostrato può mantenere uno stato di immobilità per molto tempo.

Leggi tutto...

 

Anewrage
Life-Related Symptoms

PDFStampaE-mail

Scritto da Cosimo Mongelli Domenica 30 Aprile 2017 21:01

Nati nel 2014, con il loro buon debutto Anr, la band milanese torna con questo nuovo disco che punta ancora più in alto, per dare una svolta definitiva alla propria carriera. La melodia è il trait d'union di tutte le tracce dell'album, melodia davvero ricca di sfumature. Sfumature in bilico tra ruvidezza e dolcezza, velocità e lentezza che, unite ad una davvero riuscita produzione, rendono l'ascolto di questo lavoro mai banale e noioso.

Leggi tutto...

 
 

cafeAmaro
cafeAmaro

PDFStampaE-mail

Scritto da Roberto Cangioli Domenica 30 Aprile 2017 11:52

Un connubio originale, quello proposto dai cafeAmaro, duo d’improvvisazione tra dj set ed arpa, in cui ambient, soundscape, elettronica e nu-jazz si fondono in un mix di suoni ed emozioni particolarmente riuscito.

Leggi tutto...

 

Giuseppe Fiori
Spazi di Vita Scomodi

PDFStampaE-mail

Scritto da Max Casali Domenica 30 Aprile 2017 11:25

Pensate alla semplice operazione che abbiamo fatto tante volte: quella di mettere nel lettore un cd, senza pensare quanto sbattimento ci sia intrinseco  per la sua realizzazione.  Però, chi può immaginare che un album sia contemplato da 14anni , passando da vari crocevia collaborativi?

Leggi tutto...

 
 

Pin Cushion Queen
Settings_2/Settings_3

PDFStampaE-mail

Scritto da Daniele Ruggiero Giovedì 27 Aprile 2017 16:32

Progetto ambizioso ed interessante quello dei bolognesi “Pin Cushion Queen” intitolato “Settings”.

Leggi tutto...

 

Umaan
Umaan

PDFStampaE-mail

Scritto da Max Casali Giovedì 27 Aprile 2017 16:17

Cogli l’attimo e vivilo nella dimensione più confacente che puoi ritagliarti e condiscilo con tutto l’aspetto umano possibile.

Leggi tutto...

 
 

Pagina 8 di 43

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.