Logos
Sadako e le mille gru di carta

Stampa



Interessante formazione di progressive, giunta ormai al quarto lavoro discografico, pubblicato sotto l'egida attenta della
Andromeda Relics
In bilico tra i Goblin attuali e il neo prog statunitense di inizio anni '90, questo quartetto produce un album caratterizzato da composizioni pregne di conformazioni dilatate e avvincenti multistrutture.

L'influenza predominante pare essere quella del folletto, di recente estrazione nei brani "Origami in Sol-" e "Paesaggi di insonnia" (con particolare riguardo ai Goblin Rebirth e ai Goblin 4), di chiaro retaggio seventies in "Un lieto inquietarsi", brano che, pur rivisto in chiave moderna, pare spuntato fuori dalle sessions di "Roller" con l'apparente ospitata di qualche membro della PFM storica. 
I
n "Zaini di elio" è evocato il dinamismo mai statico di Flying Colors e Spock's Beard degli esordi mentre le magniloquenze a tratti pomp di Transatlantic e del Neil Morse solista sono dominanti nel pezzo che fornisce il titolo all'album, una lunga suite ove, peraltro, viene sporadicamente richiamata la tradizione classica italiana (particolarmente evidente nei primi minuti di ascolto). 
Queste ascendenze sono valorizzate dalla vocazione pressoché strumentale del combo, circostanza che rappresenta il vero potenziale dell'album giacchè i pur rari ingressi vocali, e si auspica che venga colto lo scopo propositivo del commento, non costituiscono il punto forte dell'opera (si sarebbe parlato di capolavoro se la voce fosse stata affidata ad un qualche emulo di Roberto TirantiNicola Di Già).
Fa eccezione "
Il sarto", efficace esempio di brano a vocazione cantautorale (di stampo quasi Branduardiano) sublimato dalla validità degli intrecci vocali di Luca Zerman e della pregevolissima ospite Elisa Montalto.



Luca Zerman: Voce, Hammond, Synth
Fabio Gaspari: Voce, Basso, Chitarra, Mandolino
Claudio Antolini: Pianoforte, Synth
Alessandro Perbellini: Batteria
with
Elisa Montaldo: Voce (4)
Massimo Maoli: Chitarra (6)
Simone Chiampan: Batteria (4)
Federico Zoccatelli: Sassofono (2)

Anno: 2020
Label: Andromeda Relics
Genere: Prog, New Prog

Tracklist:
1. Origami in sol- (2:19) 
2. Paesaggi di insonnia (11:29) 
3. Un lieto inquietarsi (10:47) 
4. Il sarto (6:00) 
5. Zaini di elio (12:37) 
6. Sadako e le mille gru di carta (21:22)


Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.