Lost In Paradise
Fuori di Me

Ci piacciono le capacità compositive ed esecutive dei Lost In Paradise, quartetto brianzolo che manifesta una apprezzata cura negli arrangiamenti e nei testi. In bilico tra pop e rock, questa band riesce a dire qualcosa di nuovo e lo fa molto bene.
Musicalmente si percepisco retaggi variegati: il rock di "Negativo" tradisce la presenza di qualcuno, nella band, che vanta preferenze hard rock, se non metal (l'assolo del chitarrista dovrebbe lasciare ben pochi dubbi) mentre il sound rassicurante di "Oggi nevica" è qualcosa di ben più elevato di un pop adatto ai teenagers al seguito di Maria De Filippi: piacerà a loro, questo è certo, ma piace anche agli adulti, come chi scrive, fattore che non può essere trascurato. "Dritto a letto" naviga addirittura in ambito blues rock, quantomeno nel riff iniziale (pare omaggiare un grande della chitarra, Alex Britti, quando decide di non navigare esclusivamente in ambito pop).
"L'Isola che non c'è" rappresenta la perfetta commistione tra testi e musiche: un rock immediato, ottimamente concepito, perfettamente suonato, che tratta tematiche legate alla religione con intelligenza e misurata parsimonia.  
Non è facile coniugare hard rock e rap ma questi ragazzi riescono a farlo: in "Routine", anche questa miscelanza appare centrata, e lo dice chi non apprezza per niente il secondo dei due generi musicali citati. 
Questo gruppo è capace di tradurre in un linguaggio moderno ascendenze del passato piuttosto blasonate. Non è bello fare paragoni ma talvolta è necessario per chiarire quale range sonoro viene percorso da una band: parlando di influenze estere, vale la pena citare i Coldpaly e, pur appena lambiti, addirittura gli U2. Restando in Patria, invece, le citazioni sono tantissime: da Ligabue ("Se lo fai anche tu"), ai Modà ("Oggi nevica"), passando per Le Vibrazioni ("Vieni va con me"), Måneskin ("Routine").
A voler trovare un difetto, l'unico dell'intero lavoro, il turpiloquio presente in "Negativo" avrebbe dovuto essere un tantino più misurato: musicalmente l'obiettivo appare centrato ben due volte, giacché due sono le versioni proposte, una rock e una acustica, entrambi magnifiche; tuttava, difficilmente un brano può sfondare con le parole "puttane" e "vaffanculo" ripetute ad oltranza.

Mattia Cavaliere: voce
Mattia Magrisi: chitarra
Luigi Nasuti: basso
Giovanni Galbiati: batteria

Tracklist
1. Routine - feat. KG Man
2. Oggi Nevica
3. Negativo
4. L’Isola Che Non C’è
5. Come il Sale feat. Ambramarie
6. Lingua
7. Dritto a Letto
8. Vieni Via Con Me
9. Se Lo Fai Anche Tu
10. Negativo (Acoustic Version)

 


Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.