A morte l'amore
Non solo moda

Range squisitamente indie-electro profuse dagli A Morte L'Amore, che offre arrangiamenti quasi minimalisti ma molto studiati, mai banali.

Testi cantautorali in bilico tra poesia decadente e arguto ciniscmo riescono a valorizzare un universo sonoro che ha il pregio di modernizzare un sound squisitamente retrò, segnatamente attinto dagli anni '80.
Si scorgono, in quest'opera, tracce del romanticismo urbano tipico di certa new wave d'annata a vocazione maggiormente elettronica.
Questo spettro sonoro è valorizzato da una voce che pare assumere un basso profilo, ma che è invece studiata per evocare un sussuro, pur in assenza di sussurri.
Si tratta di una fatica discografica che guarda si al passato, ma lo fa con l'intelligenza e la consapevolezza di chi non vuole creare un archetipo sonoro, ma intende semplicemente omaggiarlo con massimo rispetto e doverosa attenzione.


label: Goodfellas Records / Believe Digital
anno: 2019
genere: Sperimentale, Indie, Electro


Simone Prudenzano - batteria, sequenze
Giuseppe Damicis - voce, chitarra
Mauro Capogrosso - basso, cori


TRACKLIST
1. Io, me, me stesso
2. Amanti diamanti
3. Desiderare
4. Fiori di città
5. Giungla
6. Satelliti
7. Condizionali
8. ADHD
9. Gigli

 

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.