Jaka
Il suono dell'isola

Un artista che buca l’orecchio, con una fibrillante verve a presa rapida non si trova tutti i giorni, ed allora la spiegazione la trovi sapendo che tutto questo talento è maturato su e giù per il globo, con fitte esperienze e sinergie con artisti italiani ed internazionali, di calibro medio-alto.
L’indiziato chiamato in causa è il sicilian-giamaicano Jaka: cantante, speaker radiofonico, d.j. resident e protagonista di decine di altre iniziative consumate ed in eterno fermento, in un background senza fine. “Il suono dell’isola” è un tesoro uditivo infarcito di ospiti (Roberto Cacciapaglia e Admiral Bailey su tutti) e di sgargianti fulmini a ciel sereno, scaricati su pentagramma reggae, che farebbe strizzare l’occhiolino al divino Marley, fiero di aver trovato l’italico erede.

Si comincia con la title-track, mettendo in chiaro la luce che brillerà nelle 17 tracce dell’opera: forse, a qualcuno, risulteranno troppe ma meglio abbondare che deficere, quando la mente s’inebria con un’ora abbondante di musica spensierata. In “Music Paradise” attecchiscono radici si slow-rap, proiettato ai Caraibi e “La crisi” è un brillante ondeggiare, ludico ed ironico. Benvenuti nel Jaka-world! Occhio al trittico formato da “Principessa siciliana”, “Come sei bella” e “Meravigliosa": tutte candidate a spadroneggiare nei balli di gruppo di villaggi turistici, cariche di quegli andazzi spensierati, capaci di cucire unioni tra svariate etnie. Mentre, “U mare” è, forse, il tassello meno fresco del disco, benché si possa comprendere la voglia di omaggiare la propria terra (insieme a “Ciauru di gelsomino”). L’arrivo di “Lingua lunga” riporta sùbito in alto lo spessore della lista con un trascinante reggaeton, capace di scatenare l’iniziazione al ballo anche agli incapaci.

Jaka ha voluto fortemente la “Bicicletta” ed ora pedala forte con l’ennesima prova solare e catchy, puntando dritto verso mete ad ampio …raggio, senza freni. D’altronde, con un sound cosi caldo e astrale, difficile che mancherà l’ennesima affermazione, grande o piccola che sia. Nell’immediato infilerà, certamente, un’altra sequela di consensi derivanti, non solo dalla solarità della musica proposta ma, in particolare, da una grande capacità comunicativa, accorciando notevolmente la distanza tra Italia e Jamaica, per uno splendido viaggio alla portata di tutte le tasche.

Year : 2018
Label: Smilax records/Self
Genere: roots, reggae

TRACKLIST
01 - The Sound of The Island
02 - Il Suono Dell’Isola
03 - Music Paradise
04 - Crisi ft. Raphael
05 - Principessa Siciliana
06 - U Mare
07 - Lingua Lunga
08 - Come Sei Bella
09 - Il Tempo Si Ferma
10 - Meravigliosa
11 - Un Mundo Mejor
12 - Ciauru Di Gelsomino
13 - Origini
14 - La Bicicletta
15 - Luce Che Splende
16 - Comu Trunia
17 - Piano Paradise


FORMAZIONE E OSPITI:
Jaka
Roberto Cacciapaglia
Admiral Bailey
Dennis Al Capone
Raphael
Kg. Man
Mistilla
Dactah Chando
Mr. T.O.
Dadda Wanche
Chisco & Papa Massi
Annamaria Sotgiu


 



Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.