Phototaxis
Neverlander

Phototaxis è un duo composto dalla cantante Yael Feldinger e dal musicista elettronico Itai Tsuk che propone un sound  in cui si fondono diverse influenze. Giunti al quarto album presentano un maturo mix di soul, pop e vaporwave in quadro più minimalista e in una direzione netta e decisa. La voce di Yael si muove sinuosa e sicura sui suoni digitali delle basi e il lavoro si colloca a pieno titolo fra le produzioni di pop elettronico di portata internazionale.

Superati i compartimenti stagni fra i generi l’impiego di strumenti tecnologici impregna ormai molte produzioni e anche la struttura canzone, come già l’era del synth-pop aveva dimostrato, riesce a sfruttare le possibilità sonore della tecnologia. Phototaxis non è un prodotto collocabile fra i mille generi in cui l’elettronica post-techno si è frantumata ma in un indie-pop elegante che guarda alle classifiche  e al grande pubblico.
La costruzione raffinata e la scelta dei timbri oculata garantisce ai Phototaxis un potenziale nel panorama pop, i brani sono scritti secondo i parametri formali dei prodotto destinati al mercato di massa.
Centrale è il ruolo del timbro vocale, che tecnicamente ha buone potenzialità e una certa plasticità timbrica.
La platea verso la quale si indirizza il  lavoro dei Phototaxis si trova di fronte ad un’offerta, data l’attuale diffusione dei parametri estetici dell’elettronica presso il pubblico di massa, che si sta arricchendo di moltissimi progetti analoghi.
La capacità di penetrazione sul mercato è quindi demandata alla presenza di un sound sufficientemente originale all’interno della cornice nella quale si muove la produzione di massa in quanto il lavoro dei Phototaxis non ha le caratteristiche per inserirsi nè nelle correnti dell’underground sperimentale né nell’elettronica destinata al dancefloor.
L’inseguimento del formato canzone all’interno di una cornice elettronica rischia di diventare un cocktail prevedibile che le produzioni perseguono fin dai primi successi commerciali di Bjork di metà novanta e che può attendersi ritorni adeguati solo confezionando la forma canzone secondo i parametri definiti dal pop.
Del resto i Phototaxis sono un gruppo che lavora anche con un line up tradizionale all’interno dei parametri dell’indie-pop e della song e che all’interno di questa deve trovare la formula che gli permetta di traguardare i propri obiettivi.  Neverlander resta quindi un buon prodotto per gli amanti del genere e, visti i risultati, senz’altro sentiremo ancora parlare dei Phototaxis.

Anno: 2018
Label:  Interstellar Music
Genere: Electro soul

Ufficio Stampa: Rocketta Press


Tracklist:
01. Neverlander 03:35
02. Scissors 04:00
03. All Eyes On Me 03:52
04. Salvation 03:23
05. Grow Up 03:42
06. Identify 03:34
07. Embrace Her 04:16
08. Aid 04:06
09. Same Turn 03:55
10. Annie The Ripper 04:51

Band
Yael Feldinger: Composing, Lyrics & Vocals  
Itai Tsuk: Composing, Arrangements  

 


Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.