Max Grassi
Bogart Hotel

Nella vita di ogni essere umano il viaggio è un’esperienza che genera emozioni diverse: preparare una valigia, partire con un bagaglio di sogni per raggiungere una meta a cui corrisponde sempre un’emozione.
Spesso viaggiare vuol dire anche fermarsi in luoghi sconosciuti dove ricaricare le energie per affrontare una nuova avventura. Ecco che al calare di una sera qualunque, dopo aver collezionato un’infinità di passi, ci si imbatte al cospetto di un di un edificio raffinato ed accogliente: il Bogart Hotel.
La dimora di Max Grassi, condivisa con l’amico Lorenzo Galletti, è un piccolo ed elegante edificio sonoro dove i rumori si tramutano in musica, dove i quadri raccontano storie toccanti, dove il sonno di ogni stanza ricama sogni sul soffitto.
Max è un’ottimo musicista, un padrone di casa che accoglie i suoi ospiti con la propria arte nella quale risiedono talento e poesia. “Bogart Hotel” è il titolo dell’album di debutto del musicista milanese che incanta con un cantautorato di classe costruito su fondamenta sognanti sopra le quali si incastrano diverse stanze dalle tinte blues che virano al rock. Il tocco delicato della chitarra è affiancato da una voce calda e piacevole che narra amore, malinconia e frammenti di vita che, come nuvole, riversano ricordi sul tessuto vellutato della musica.
Tra le stanze dell’hotel sono passati ospiti illustri che hanno contribuito ad impreziosire questo disco con la propria esperienza: Livio Magnini (Bluvertigo), Antonio Righetti, Robby Pellati (componenti della “Banda” di Ligabue) e Dario Ciffo, Pepe Ragonese, Livia Rosati, Nicolò Fragile.
Non resta che augurarvi una piacevole permanenza al “Bogart Hotel”, per i complimenti rivolgersi a Max Grassi.

Anno: 2017
Edizioni Musicali: M.i.l.k. snc
Genere: Cantautorato

Tracklist:

01. Il buio
02. Lettera quasi d’amore
03. Jeanne e Amedeo
04. Indietro non si torna
05. A Febbraio
06. Io sono nessuno
07. Bogart Hotel
08. Vagabondi a metà
09. Clic (Scatta la fotografia)
10. Giorni e giorni
11. Pagine Gialle

Max Grassi: testi e musiche, voce, chitarra
Lorenzo Galletti: arrangiamenti, chitarra, piano e co-produzione

 



Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.