Audiodrama
Il limite

Che sia la soglia che è vietato oltrepassare o il bilico tra razionalità e pazzia, vige sempre un limite. O meglio, il limite che può rappresentare la soglia della caduta, del crollo, ma anche il ritorno alla lucidità e alla rinascita, dopo aver toccato il limite del fondo.

La tematica sta molto a cuore al trio romano degli Audiodrama che, in soli tre anni di schieramento, vantano già palchi condivisi con fior di Big, come Franz Ferdinand e Placebo. Vivere tali esperienze internazionali li ha portati a condensarle nei 12 brani dell’album. In primis, va somatizzata una realtà: Il limite è un debutto di eccellente caratura, perché l’occhio spalancato, che si vede in copertina, sarà quello vostro sbalordito a fine ascolto..
Impossibile restare indifferenti al vigore della title-track e de “Il vuoto”: qui ci trovate stilosi tratti melodici stellari e larghi fraseggi chitarristici di matrice Editors. Oppure, la raffinatezza apicale del singolo “Fuoco dentro”, ballata dal pregevole stampo rock. Se “Giorno debole” è brano non proprio memorabile, per il suo aspetto affaticato e le chitarre troppo invasive, da applauso è, invece, la coraggiosa scelta di aprire l’opera con la strumentale “Corrono”, sebbene da sùbito fornisce ampie garanzie con echi dei Cure.
Negli Audiodrama convivono altre influenze, come la cupezza severa dei Bloc Party in “Non ti basta” e i tetri riffs dei The Stills in “Tu non sogni”. Nell’album, c’è pure la primula rossa “Sentirmi on”, bellissima e densamente malinconica, con un grande arrangiamento e un'impeccabile calibratura dei volumi. Il gran finale è riservato all’amenità sontuosa di “Una strana melodia”, come se lo stile narrativo dei La Crus si fondesse con gli oscurantismi degli Interpol.
Occhio, dunque, a questi capitolini: se li mancate perderete una preziosa occasione di alimentare un vuoto emozionale che, talvolta, ci fa chiedere che cosa ci manca.
Forse nulla o, al limite… Il Limite.

 

Anno: 2017
Labe: Terre sommerse
Genere: Alt-rock

 

TRACKLIST
01. Corrono
02. Il limite
03. Colpevole
04. Fuoco dentro
05. Il vuoto
06. In blue light
07. Non ti basta mai
08. Giorno debole
09. Tu non sogni
10. Sertirmi on
11. Un’altra opportunità
12. Una strana melodia

 

LINE-UP
Enrico D’Angelosante: Voce, chitarre
Luca Cerignoli: Batteria
Antonio Bonansingo: Basso, cori


 



Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.