Monnalisa
In Principio

Album di debutto anche per i veronesi Monnalisa (già Monnalisa Smile) con questo “In principio”, distribuito dalla Andromeda Relix. Il loro è un heavy-prog fortemente influenzato da Dream Theather, Rush, Savatage, Porcupine Tree con una decisa propensione melodica (tipica di molti gruppi italiani) e qualche rimando all’hard rock dei seventies (Deep Purple, Led Zeppelin…). Stabilizzata la line up che vede ora Giovanni Olivieri (voce e tastiere), Manuele Pavoni (basso), Filippo Romeo (chitarra e cori) ed Edoardo Pavoni (batteria), la band, dopo molti live act, è così pronta all’esordio su cd. “In principio” ha un sound epico e sinfonico con continui duelli tastiere/chitarra ed una sezione ritmica rocciosa e granitica. Il tutto è condensato in sette brani (dai tre ai sette minuti di durata) vigorosi in cui prevale sempre la formula canzone con pregevoli divagazioni strumentali. In qualche pezzo, come ne “Il segreto dell’Alchimista”, il confine tra hard rock e metal è valicato ampiamente con una batteria che “picchia” davvero forte sui continui “svolazzi” di chitarra elettrica e pompose tastiere. Sempre su cadenze heavy, ma più elaborata, è “Infinite possibilità : aperta da scintillanti “keyboards” e con una prima sezione decisamente dura, il sound si affievolisce un poco sul finale. Con “Oltre” la band si avventura nell’unico brano strumentale dell’album ed il risultato è certamente ottimo con tutti i componenti al posto giusto a creare un mosaico sicuramente riuscito. Appena più “trattenuto” è “Il viaggio di un sognatore” anche se, al solito, non mancano gli incisivi interventi di synth e della sei corde. “Ricordi” chiude l’album in modo degno con il suo hard-rock melodico ed un Olivieri che sale ancora in cattedra con le sue tastiere. “In principio” è senza dubbio un esordio positivo per una band con le idee chiare e di buona personalità. Il sound è fresco e piacevole e potrà senz’altro essere apprezzato da chi ama sonorità scintillanti ed aggressive, ma anche da amanti del new prog e del rock in generale. Aspettiamo con fiducia una seconda prova in studio che sappia confermare e migliorare queste buone premesse.

 

Year: 2017
Label: Andromeda Relix

Tracklist:
1) Specchio
2) Il segreto dell’Alchimista
3) Catene invisibili
4) Infinite possibilità
5) Oltre
6) Viaggio di un Sognatore
7) Ricordi

Line up:
Manuele Pavoni: Basso
Edoardo Pavoni: Batteria
Filippo Romeo: Chitarra
Giovanni Olivieri: Voce, Tastiera

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.