Buzzøøko
GIZA

Se dovessimo trovarci al cospetto dei fatidici indovinelli della Sfinge, sono sicuro che il primo album dei Buzzøøko sarebbe un semplice ed astuto lasciapassare.
“Giza”, infatti, è un’accattivante espediente che incanta e stupisce, così immediato da non destare inutili diffidenze.
Un disco ricco di contrapposizioni sonore che straripano sulle fitte sabbie delle tematiche contenute nei testi. I seducenti geroglifici tracciati dal trio mantovano rimandano ad un ricorrente dualismo che avvolge il pianeta e le nostre vite: la terra ed il cielo, lo spazio ed il vuoto, la luce ed il buio, la realtà e l’illusione.
Tutto ciò si riassume in un enigma arcano che viene scolpito a suon di post-rock ed arricchito da stravaganti colorazioni noise che completano un’opera ricca di illusioni ed emozioni. Il sound proposto da Simon, Marco e Lorenzo è trascinante e ricercato: i riferimenti più diretti arrivano da band come Slint, Jesus Lizard, Melvins per citarne alcune. Una fusione sonora che i Buzzøøko hanno saputo trasformare in un piccolo monumento moderno da affiancare al passato ma soprattutto da far sopravvivere nel tempo.
É facile perdersi nelle sette tracce di questo disco labirintico che alterna rabbia impulsiva a momenti più delicati ma dalle sembianze ambigue. Le chitarre pungenti si aggrovigliano ad una voce graffiante in un turbine di ritmi nevrotici che torturano piacevolmente l’udito insinuandosi in fondo all’anima.
L’album si arricchisce anche della collaborazione di Paolo Raineri e Francesco Bucci degli “Ottone Pesante” nel brano “Gettin’ Sick”.
“Giza” è sicuramente un interessante esordio discografico che mette in mostra la fantasia e l’audacia di tre ragazzi illuminati da un’accecante ispirazione.

Anno: 2017
Label: Retro Vox Records
Genere: Post-Rock Noise-Rock

Tracklist:

01. Jerry the Jocker
02. Love Is Indie Hair
03 Gettin’ Sick
04. Lady Led
05. Hollow Man
06. P.S.H.
07. The Riot

Formazione:

Simon: chitarra/voce
Marco: basso
Lorenzo: batteria

 



Articoli Correlati

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.