Simple Mood
Musica Nera

Un gustoso banchetto lo si capisce  subito  da un buon antipasto.  Questo e.p. del duo napoletano Simple Mood è lo stuzzichino che stimola l’appetito per le prossime portate. I cinque pezzi di “Musica nera” estrapolano forza ispirativa dai grandi nomi del blues, r’n’b  e suoi derivati . Infatti, già  con l’iniziale title-track mettono subito in chiaro l’essenza del loro sound, conformato su concreti accordi minimali e con la chitarra elettrica a stuzzicare l’anima di Santana nell’assolo centrale; di certo, il ruolo del guitarist Luigi Merone risulterà pilastro fondamentale su tutta la linea. Però,  “Quando” il combo sceglie di sterzare il genere, puntano su questo  funky-blues, intriso  di intensi vocalizzi e falsetti, a ricreare un buon groove partenopeo con tanto di Kazoo. Tuttavia, la conduzione del cantato appare, in questo episodio, un tantinello confusa e forzata nella durata. Ci vuole poco a  capire che con “Ho ucciso la mia donna” il cielo è sempre più blu(es), sotto forma di slow ballad, arricchita dalla  dobro. E’ evidente che questo e.p.  proclama l’assuefazione alla scrittura opulenta,  per rilanciare quella scarna ed essenziale d’origine sixties-seventies.  Proprio per questo,  si apprezzano le eleganti pennate di “La prossima emozione” perché coerenti e mai  fuori luogo, pronte a trasformarsi in accordi stilosi,  che incorniciano il brano in un quadretto gradevole.  Non è una questione di “Comodo”,  ma qui c’è la conferma di come il duo imposti  il pentagramma senza fardelli inutili,  ma soltanto con essenziali e più efficaci sonorità: appena una chitarra R’n’b  e rispettose percussioni.  A giochi conclusi, “Musica nera”  è un sassolino gettato nello stagno,  per vedere il raggio di  propagazione  e, magari,   faranno riflettere altre  bands sulla fondamentale necessità di tornare ad arrangiamenti che riportino  indietro le lancette dei tempi d’oro, pur a costo di apparire anacronistici con suoni vintage. Già per questa ferma intenzionalità, i Simple Mood meritano l’applauso nostro e la sincera esortazione ad ampliare le portate per un pasto di lunga durata.

Formazione:
Raffaele Cerella: voce
Luigi Merone: chitarra

Tracklist:
01. Musica nera
02. Quando
03. Ho ucciso la mia donna
04. La prossima emozione
05. Comodo

 


Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.