Pin Cushion Queen
Settings_2/Settings_3

Progetto ambizioso ed interessante quello dei bolognesi “Pin Cushion Queen” intitolato “Settings”.
Una trilogia strutturata su tre EP differenti: “Settings_1” (aprile 2016), “Settings_2” (settembre 2016) e “Settings_3” (febbraio 2017).
L’opera si compone di articolazioni sonore che si possono accostare a visioni oniriche dai toni delicati e magnetici. Ogni disco si veste di tre brani nei quali fluttuano atmosfere ipnotiche che si dilatano in tempi camaleontici e si concretizzano su ritmiche ripetitive, regalando una piacevole esperienza sensoriale.
“Settings_2” indossa un abito illuminato da elettronica che proietta immagini psichedeliche a tinte rock. Le voci morbide ed echeggianti rievocano i colori di “Magical Mystery Tour” dei Beatles nonostante si tratti di un lavoro completamente diverso e ben distante dai “Fab Four”. “Craco” è la traccia più complessa del trittico: un loop melodico accompagnato da una ritmica incalzante farcita da distorsioni sonore e riff a sei corde.
“Settings_3” si muove sulla stessa onda sinuosa del precedente EP mantenendo una narrazione melodica piuttosto distesa. I “Pin Cushion Queen” navigano nelle quieti acque di un mare profondo e tiepido che si agita solo nel finale. “The Tunnel” e “Blackward Future” ondeggiano su sognanti melodie che vengono accarezzate da vibrazioni ovattate, cori e campane. “Wachosky” scuote le acque con i suoi ritmi compulsivi che ribollono in un oceano mutevole.
I “Pin Cushion Queen” confezionano un’opera imbevuta di un surrealismo sonoro che potrebbe essere la colonna sonora di un cortometraggio in bianco e nero di Tim Burton, l’ideatore della filastrocca da cui il trio bolognese prende il nome.
“Settings” racchiude nella propria anima una buona sperimentazione sonora ispirata a band come “Liars”, “Battles” e “Radiohead” e che affonda in un’accurata ricercatezza di suoni ed emozioni.
Un sogno ancora acerbo e leggermente sfocato, ma affascinante come ogni sogno che si rispetti.

Anno: 2016/2017
Mix e produzione: Bruno Germano (Vacuum Studio, Bologna)
Ufficio Stampa: Sfera Cubica
Genere: Indie/Rock/Elettronica

Tracklist Settings_2:

01. Merry-go-round
02. Under Electric Light
03. Craco

Tracklist Settings_3:

01. The Tunnel
02. Backward Future
03. Wachosky

Line Up:

Micciola
Calandrino
Zanardi

 



Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.