Fabio Cancellara Gómez
Niente è impossibile

Fabio Cancellara Gómez è un artista svizzero di origini italo-spagnole e residente in Italia da sempre. La sua esperienza musicale ha inizio nel coro gospel “Amazing Grace” di Lugano; più tardi frequenta seminari di canto gospel in Europa e negli Stati Uniti. Dopo aver partecipato a diversi concorsi canori di rilievo nazionale e internazionale, due anni fa incontra Piero Cassano (il tastierista dei Matia Bazar) con cui realizza questo primo album dal sapore pop melodico. Il disco vede collaborazioni prestigiose, tra cui il batterista Lele Melotti e un cameo di Red Canzian dei Pooh che registra il basso e il solo freetless nel brano “Yari”. Gli arrangiamenti sono curati da Nuccio Cappiello, Andrea Maccagno e Fabio Perversi

Indiscutibilmente dotato di una bella voce personale tenorile che vagamente ricorda in alcune inflessioni-interpretazioni quella della sua collega Anna Oxa, il cantante si muove a suo agio tra melodie di facile presa incorniciate però da arrangiamenti di classe, a metà tra sonorità pop, funk e un pizzico di gospel, con tanto di backing vocal (Piero Cassano, Fabio Perversi, Alessio Spini e Laura Ciriaco).

Sebbene il primo singolo, “In ritorno da te”, abbia l’intento (come rivelano le note inviateci e il relativo video) di mettere a fuoco il coraggio e la determinazione nel raggiungere i propri obiettivi, nonostante gli ostacoli che si possano incontrare, i testi – che pur parlano di amore e riscatto – rimangono però “in superficie”, senza scandagliare nel profondo i sentimenti. Ne risulta un disco piacevole, ma sostanzialmente piatto, privo di grinta, non particolarmente originale. Tralasciando il fatto che 30 minuti scarsi sono un po’ striminziti per siglare un disco (si può al limite parlare di un EP), ciò che ci sembra manchi a questo disco è il coraggio delle proprie idee. Le sette storie di cui si compone “Niente è impossibile”, vorrebbero raccontare vita e aspetti quotidiani, in cui i diversi protagonisti affrontano la scelta più difficile: osare o rinunciare, ma per l’appunto non “osano”.

Probabilmente Fabio Cancellara, avvalendosi di grandi artisti per produrre l’album, ha pubblicato sì un disco di buona qualità dal punto di vista professionale, ma a discapito della propria personalità, aspetto non indifferente in un disco d’autore (a meno ché non ci si limiti ad interpretare canzoni altrui). Non siamo in grado di sapere se dando maggiore risalto al proprio carattere , ne sarebbe scaturito un disco più “sporco”, ma al contempo più “vero”; tuttavia lo attendiamo fiduciosi con qualcosa di più coraggioso. La voce c’è, l’interpretazione anche, due punti a suo favore; serve più audacia. Nel 2016 non è auspicabile, è doverosa.

 

Track List:

1) In ritorno da te

2) Adesso

3) Fragile follia

4) Niente è impossibile

5) È ora di smetterla

6) Qualcosa d’importante

7) Yari

 

Hanno suonato:

Fabio Perversi: Pianoforte, synth, violino e programmazione

Andrea Maccagno: Bass, synth e programmazione

Nuccio Cappiello: Pianoforte, synth e programmazione

Piero Cassano: Organo Hammond

Ludovico Vagnone: chitarre acustiche ed elettriche

Lele Melotti: Batteriea

Luca Scansani: Basso

Red Canzian: basso e freetless solo in “Yari”

Cori: Piero Cassano, Fabio Perversi, Alessio Spini, Laura Ciriaco

Testi e musiche: Fabio Cancellara

 

 


Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.