Kiwibalboa
Tre buoni motivi

“Tre buoni motivi” è un disco introspettivo che attraversa l’umidità di atmosfere buie per poi asciugarsi al vento di un rock energico, a tratti malinconico.
L’esordio dei “Kiwibalboa”, trio genovese, si dirama in cinque tracce che convergono in musica emotiva ed interessante in cui si intrecciano generi diversi.
A primeggiare è senz’altro il rock con le sue sfumature non sempre originali ma comunque efficaci. Tinte vivaci di pop, stoner e cantautorato ravvivano un disco a cui non mancano celebri richiami sonori come nel brano “La scelta” dove il giro di chitarra ricorda i primi Placebo, mentre in “Canzone da tre soldi” è palese il riferimento alla band americana “Queens Of The Stone Age”.
La band ligure è abile nel coniugare perfettamente il verbo suonare senza commettere errori, dimostrando di saperci fare in termini di composizione ed arrangiamenti; ciò che manca, a mio avviso, è un’intuizione di fantasia che andrebbe a scuotere ed arricchire il solido ma ancora acerbo carattere dei “Kiwibalboa”.
“Tre buoni motivi” è un buon appunto scritto a caratteri eleganti ed enigmatici che rimane impresso nella memoria. L’augurio è che sia il primo dei tanti a formare, in futuro, una semplice ma singolare poesia.

Anno: 2016
Label: La Clinica Dischi & Worilla - Press & Promotion
Genere: Alternative rock

Tracklist:

01. Onde lunghe
02. Salamandre e mercurio
03. La scelta
04. Ciano
05. Canzone da tre soldi

Formazione:

Tommaso Dogliotti: voce, chitarra
Stefano Previtera: basso, cori
Davide Foccis: batterie, percussioni, cori

 



Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.