Bellathrix
Orion

All’insegna della migliore tradizione metal, i Bellathrix esordiscono con questa incisione intitolata Orion, distribuita dalla Black Widow Records.

Formazione i cui componenti sono tutti italiani, anche se il cantato è interamente in inglese, nella quale la predominante presenza femminile (batteria, voce, chitarra) riporta la memoria a quelle che sono le influenze nord-europee legate a tendenze stilistiche melodico-epico-sinfoniche, sebbene la sostanza sia del tutto riconducibile al metal più classico e genuino di impostazione anni ’80.

Di buon livello la vena compositiva e la capacità esecutiva dei cinque artisti, a mio avviso leggermente migliorabile sul cantato, ad opera di Stefania Prian, dotata di notevole estensione e di elegante impostazione vocale, una cui però maggiore aggressività avrebbe giovato e valorizzato al risultato finale.

Vista comunque l’eccellente dimostrazione artistica, è un peccato che la durata dell’album sia appena di 33 minuti.

Formazione quindi da tenere d’occhio, la cui prossima incisione si spera sia di più ampio respiro.

 

 

Genere: Metal

Anno: 2016

Nazione: Italia

Etichetta: Bellathrix

 

1. Road in the Night

2. Before the Storm

3. My Revenge

4. Flying in the Sky

5. I Don't Believe

6. The Ritual

7. Orion

8. The King of Camelot

 

Pier Gonella: Guitar

Steve Vawamas: Bass

Elisa Pilotti: Drums

Lally Cretella: Guitars, Backing vocals

Stefania Prian: Vocals

 


Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.