Gin Gerani
Caona (Vocacledo)

Martino Rana, in arte Gin Gerani, è un giovane cantautore bolognese e “Caona (Vocacledo)” è il suo esordio discografico: inebriante come il Gin e poetico come i fiori, come i Gerani appunto.
Uscito il 12 dicembre per “La Clinica Dischi”, l’album è una sorta di viaggio emotivo ed artistico, dipinto su una tela dove si fondono surrealismo ed impressionismo in cui il soggetto non è altro che l’amore.
Il disco è vivace e molto teatrale, ricco di ironia che si tinge, in alcuni casi, di demenzialità alla “Elio e le Storie Tese” per intenderci, restando sempre piacevole all’ascolto grazie ad un buon arrangiamento.
Le dieci tracce sono composte da una molteplicità di generi musicali, frutto di un’ottima e attenta ricerca armoniosamente concretizzata da strumenti ordinari come chitarre e pianoforte ma anche da una notevole sezione di archi e di ottoni.
La voce di Giulio è spesso supportata da quella di Serena Siciliano, il duo è stato capace di creare una gradevole sintonia vocale, per nulla scontata.
Il polistrumentista offre parecchi spunti di creatività in un’atmosfera sognante, spiccano brani coinvolgenti come “Dottor Seduttore”, “Il Ritorno di Giovanni”, “Musiverso”, “Salvador Dalì”, alternati dagli interrogativi sospesi di “Estetica ed Etica” e dalle ballate di “Musita” e “Vento”.
“Caona(Vocacledo)”, la cui traduzione sta per “Come Avrei o Non Avrei Voluto Che Andasse Con Le Donne”, è senza dubbio interessante ed ispirato. Tralasciando le speranze ed i rimorsi sull’universo femminile, possiamo affermare che, in campo musicale, il risultato è assolutamente positivo.


Tracklist:

01. Che cosa vali
02. Dottor seduttore
03. X+Y=Z
04. Il ritorno di Giovanni
05. Musita
06. Estetica ed etica
07. Vento
08. Musiverso
09. Salvador Dalì
10. Karma

Formazione:

Gin Gerani: voce, tamburello, nacchere, cabasa, campanaccio
Andrea Ferlini: chitarre acustiche
Giapeto Calunnio: arpa
Serena Siciliano: voce, cori
Laura Moneti: voce lirica
Maria Laura Berardo: pianoforte, organo
Marco Moschettini: chitarre elettriche
Michele Fabi: basso elettrico
Marco Paganelli: batteria
Sombrero Maracas: pad percussivo, triangolo
Elena Mirandola: violino
Los Trombarolos: sezione di ottoni
Orchestra di Atlantide: sezione di archi e ottoni

 



Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.