The Pepiband
Six Grills In Six Day

Descrivere e commentare un disco Grunge non è mai un compito semplice perché, tranne in alcuni rari casi, difficilmente un lavoro di tale genere musicale è classificabile come bello o brutto: è semplicemente Grunge.
Questo è il caso di “Six grills in six days” firmato “The pepiband”, gruppo siciliano DOC avente al suo attivo una demo omonima del 2005 ed un precedente album intitolato “Panic” risalente al 2010.
“Six grills in six days” è composto da undici tracce, per una durata totale che supera di poco la mezz’ora, tutte in stile rigorosamente grunge/post-punk, nelle quali è facile riconoscere richiami ed assonanze ad altri lavori dello stesso genere. Nell’ascoltare questo lavoro, è tangibile la volontà dei musicisti nel ricercare atmosfere che, forse non a caso, possono essere definite “acide”, anche se non eccessivamente estreme, ma elaborate con moderazione, grazie ad una buona dose di lucidità ed autocontrollo percepibile nei passaggi più aspri.
La caratteristica che però fa la differenza tra un ottimo disco grunge ed uno mediamente accettabile, e cioè la maggiore o minore capacità dei musicisti di stemperare la matrice “acida” con passaggi ed armonie più orecchiabili, non è a mio avviso stata colta a pieno in questo album, che avrebbe potuto regalare qualche piccola soddisfazione in più se solo fossero stati sfruttati meglio alcuni spunti appena accennati tra una nota e l’altra.
Tale aspetto è infatti riscontrabile soprattutto nel cantato, rigorosamente in inglese, una cui maggiore incisività e personalità avrebbe sicuramente giovato al risultato finale. Il contributo femminile di cui alla quarta traccia non ha infatti apportato migliorie all’aspetto melodico dell’album, in cui si sente appunto la carenza di quel contrasto armonico più gradevole che avrebbe agevolato la scorrevolezza del lavoro svolto.
Un album, questo, dunque, senza infamia e senza lode, certamente migliorabile previo un maggiore sforzo negli arrangiamenti.


Tracklist:

1.Keep in touch
2.Death throes
3.Two heartbeat
4.A blue day
5.Sentenced to grace
6.Pug
7.Summer parade arrived
8.We are the past
9.Stefanuccio
10.What if you still be here
11.Feathers & demons

Formazione:

Sandro Formica
Enzo Pepi
Marco Caruso
Giuseppe forte
Guests:
Giovanna Cacciola
Dario Serra
William Voi


 



Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.