Pluvian
Notes From The Reptile's Mouth

Incisione di debutto per i Pluvian, band padovana composta da tre artisti di chiara estrazione rock ma che si propongono in termini inusuali.

Il lavoro (autoprodotto anche per ciò che riguarda l’originale e gradevole package cartonato) si compone di dieci tracce, tutte rigorosamente unplugged, nelle quali sono completamente assenti le percussioni. Tutta la musica proposta è eseguita con l’ausilio di strumenti a corda e poco altro: le chitarre acustiche e classiche la fanno da padrone, accompagnate saltuariamente da archi sintetizzati di sottofondo. Tutte le liriche sono in inglese e nei cori, ad opera di Buoso ed mQX, si scorge vagamente l’influenza della West-Coast americana anni ‘70 (San Francisco e dintorni), in particolare con riferimento alla compagine Crosby, Stills, Nash.

Armonie a tratti vagamente nostalgiche ma comunque coinvolgenti e di immediata presa, dove gli arrangiamenti, a volte in stile grunge, riescono ad attualizzare il lavoro svolto. Un lavoro quindi mai scontato o banale grazie alla commistione di stili operata in fase di composizione, nella quale trovano spazio anche accenni di country e di folk. Buona la scorrevolezza tecnica degli esecutori e ben calibrate le sonorità, per un disco intimo e riflessivo da godere tutto d’un fiato.

Formazione:
Edy Buoso: chitarre, voce, cori, ukulele, armonica)
mQx: voce, cori, chitarra nella traccia 3
Manuel Nasonio: chitarre, tastiere

Tracklist:
01. Bluemoon
02. My friend Lu
03. Let it ride
04. Mr. Benzo
05. G Mud
06. The May Song
07. Marriage Zone
08. Little Jenny
09. Things between us
10. We'll never arise

 


Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.