Home Recensioni Masterpiece Kate Bush - The kick inside

Kate Bush
The kick inside

Era il lontano 1978 quando la cantautrice Kate Bush, denominata poi “l’usignolo inglese”, si presentò al mondo con questo suo primo album prodotto da Andrew Powell e non da David Gilmour, come erroneamente riportato sui siti di diffusione enciclopedica in rete, il quale produsse solo le tracce 2 e 5. 

È comunque innegabile che abbia dato una bella spinta all’artista che sul retro della copertina, infatti, lo ringrazia per aver fatto “rotolare la palla all’inizio”.

Dopo poco dalla sua pubblicazione, l’album entrò così nelle classifiche di tutto il mondo e complice (forse) la copertina dalla grafica molto orientaleggiante, spadroneggiò anche sui mercati asiatici. Le note positive di quest’album non finiscono: nella formazione, infatti, compaiono nomi come David Paton, Stuart Elliot, Ian Bairnson e Andrew Powell, tutti componenti degli Alan Parsons Project.
Sia per il calibro dei musicisti coinvolti, che per l’attenta produzione, il disco risulta pertanto di ottima fattura in quanto ad esecuzione e ad arrangiamenti.
A tutto ciò va poi aggiunta l’interpretazione della cantante, che con la sua particolare timbrica in falsetto e le sue note altissime, riuscì a conquistare l’attenzione degli ascoltatori.

L’album risulta pertanto accattivante, brillante, pimpante, allegro e mai noioso. Si passa dalle atmosfere sognanti delle tracce “Moving”, “The Saxophone Song”, "Strange Phenomena”, alla tenerezza di “The Man with the Child in His Eyes”, intervallate da tracce frizzanti come “Kite”, “James and the Cold Gun” e “Them Heavy People”.
Una plauso particolare va dedicato alla stupenda "Wuthering Heights", oggi considerato un brano senza tempo, al punto che, a distanza di 40 anni dalla sua uscita, continua ad affascinare gli ascoltatori con rinnovato entusiasmo.

Infine, una nota sulle sonorità ad opera di John Kelly, modellate proprio per esaltare i toni alti e la voce di Kate Bush, mantenendo comunque un ottimo bilanciamento.




Kate Bush
- voce, pianoforte, tastiere
Ian Bairnson - chitarra, voce
Paddy Bush - armonica a bocca, mandolino, voce
Barry DeSouza - batteria
Stuart Elliot - batteria
David Katz - violino
Paul Keogh - chitarra
Bruce Lynch - basso
Duncan Mackay - organo, sintetizzatore, tastiere, pianoforte (elettrico)
Alan Parker - chitarra
David Paton - basso, voce
Morris Pert - percussioni
Andrew Powell - sintetizzatore, tastiere, pianoforte (elettrico)
Alan Skidmore - sassofono

Anno: 1978
Label: EMI
Genere: Pop

Tracklist:
01. Moving
02. The Saxophone Song
03. Strange Phenomena
04. Kite
05. The Man with the Child in His Eyes
06. Wuthering Heights
07. James and the Cold Gun
08. Feel It
09. Oh to Be in Love
10. L'Amour Looks Something Like You
11. Them Heavy People
12. Room for the Life
13. The Kick Inside

Tags:
Banner

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.