Home Recensioni Live I Virtuosi dell'Opera di Roma - Roma 28/02/2014

I Virtuosi dell'Opera di Roma
Roma 28/02/2014


Roma, 28 Febbraio 2014 - Chiesa di San Paolo entro le Mura

Nell’incantevole cornice della Chiesa anglicana di San Paolo entro le Mura, la sera del 28 febbraio scorso, al cospetto di un pubblico internazionale fortemente coinvolto, l'Orchestra de I Virtuosi dell'Opera di Roma ha proposto una rassegna delle principali e più conosciute opere liriche italiane e straniere (della predetta Orchestra ci siamo già occupati qui).

L’ensemble classico – che si esibisce ogni venerdì, con scaletta ogni volta diversa – è composto da professori provenienti dai più prestigiosi conservatori italiani ed è specializzato nella riproposizione del repertorio operistico, con particolare riguardo alla lirica tradizionale italiana.

Nata nel 1999 su iniziativa dell'Associazione culturale Musica&Musica, l’Orchestra può essere senza dubbio tratteggiata quale primo esempio di istituzione concertistica interamente privata e sovvenzionata unicamente con fondi non pubblici. Affidata sin dai primi passi al Maestro Adriano Melchiorre, direttore tra i più affermati a livello internazionale, è composta da nove musicisti classici (flauto traverso, clarinetto, corno, primo e secondo violino, viola, violoncello, contrabbasso, arpa) e si avvale della presenza di quattro prestigiosi voci liriche: la Soprano Sabrina Testa, la Mezzosoprano Irene Bottaro, il Tenore Carlo Napoletani, il Baritono Giorgio Carli.

Le esecuzioni della serata qui recensita hanno visto alternarsi i quattro cantanti, in solitaria o in coppia, nell’esecuzione di opere di Verdi, Puccini, Rossini, Mozart, Bizet e Ponchielli. Nell’esaltante finale, i quattro artisti si sono poi uniti sullo stesso palco in un unico afflato interpretativo, per l’impeccabile esecuzione della famosissima aria tratta dal Rigoletto di Verdi.

Il calore e l’esuberanza peninsulare hanno peraltro avuto massima sublimazione allorquando le due voci maschili si sono prestate a spiritose ed apprezzatissime sortite individuali: per tutto il secondo atto - aperto con una riuscita versione della Carmen di Bizet - il baritono Giorgio Carli si è proposto con trovate sceniche briose e brillanti che hanno contribuito a rendere tutt’altro che formale l’intera serata, lanciando al pubblico, prevalentemente straniero, un messaggio di apprezzata italianità, ricco, come è stato, di ingredienti quali l’esuberanza, l’ecletticità, la spigliatezza, la simpatia. In linea con questo trend, in un finale caratterizzato da un’esecuzione tecnicamente impeccabile, l’altra voce maschile, il tenore Carlo Napoletani, ha invitato una spettatrice a ballare l’incedere a valzer del noto tema verdiano, con l’orchestra in sottofondo che si profondeva in un crescendo dall’innegabile coinvolgimento emotivo.

Uno spettacolo, quello dell’Orchestra de I Virtuosi dell’Opera di Roma, la cui visione è altamente consigliata, non solo per la perizia tecnica con cui viene eseguito o per la cura grafica con cui viene messo in scena (basti pensare che i costumi indossati dagli artisti sono tutti di fattura ottocentesca), ma anche per il messaggio fortemente mediterraneo, con particolare riguardo alla nostra Penisola, di cui è innegabilmente intriso.

Alla fine della rassegna, non si è potuto fare a meno di riflettere che, anche grazie a profusioni artistiche di matrice privata come quella posta in essere da questo organico, il binomio Italia/Arte rimane indissolubile, innegabile marchio di garanzia e professionalità nel mondo intero.

L’arte di cui si parla, peraltro, non è soltanto di stampo sonoro, ma anche architettonica e pittorica, giacché la cornice che ha fatto da sfondo alle esecuzioni di cui sopra è certamente tra le più interessanti della Capitale: la chiesa anglicana di San Paolo entro le Mura (prima chiesa non cattolica costruita a Roma dopo l’Unità d’Italia), si caratterizza, infatti, per le sue navate interne in stile romanico-gotico, le suggestive vetrate raffiguranti la vita di San Paolo nonché i mosaici che descrivono l'Apocalisse e raffigurano i Padri della Chiesa i quali, curiosamente, presentano le fisionomie di alcuni dei più popolari personaggi dell’Ottocento: Sant’Andrea ha il volto di Abramo Lincoln, San Giacomo quello di Giuseppe Garibaldi, San Patrizio quello del Generale Grant.


I VIRTUOSI DELL'OPERA DI ROMA

Data: 28/02/2014
Luogo: Roma - Chiesa San Paolo entro le Mura
Genere: Lirica - Opera

Setlist:

I ATTO

01. G. VERDI - “LA TRAVIATA” (Preludio III Atto – Orchestra)
02. W. A. MOZART - “LE NOZZE DI FIGARO” (Voi che sapete – Mezzosoprano)
03. G. VERDI - “IL TROVATORE” (Il balèn del suo sorriso – Baritono)
04. G. ROSSINI - “IL BARBIERE DI SIVIGLIA” (Se il mio nome – Tenore)
05. G. PUCCINI - “LA BOHÈME” (Quando me’n vo – Soprano)
06. W. A. MOZART - “LE NOZZE DI FIGARO” (Non più andrai – Baritono)
07. G. VERDI - “LA TRAVIATA” (Libiamo ne' lieti calici - Soprano e Tenore)
08. A. PONCHIELLI - “LA GIOCONDA” (Voce di donna o d'angelo – Mezzosoprano)
09. G. PUCCINI - “LA BOHÈME” (Che penna infame - Tenore e Baritono)
10. G. VERDI - “RIGOLETTO” (Si, vendetta, tremenda vendetta - Soprano e Baritono)

*********

II ATTO

01. G. BIZET - “CARMEN” (Près des remparts de Seville – Mezzosoprano)
02. G. PUCCINI - “TOSCA” (E lucean le stelle – Tenore)
03. G. ROSSINI - “IL BARBIERE DI SIVIGLIA” (Una voce poco fa – Soprano)
04. G. BIZET - “CARMEN” (Votre toast, je peux vous le rendre… Toreador – Baritono)
05. G. PUCCINI - “LA BOHÈME” (O soave fanciulla - Soprano e Tenore)
06. G. ROSSINI - “IL BARBIERE DI SIVIGLIA” (Dunque io son – Mezzosoprano e Baritono)
07. G. PUCCINI - “TOSCA” (Vissi d’arte – Mezzosoprano)
08. G. VERDI - “RIGOLETTO” (Bella figlia dell’amore - Soprano, Mezzosoprano, Tenore e Baritono)

 

 

--------------------------------

Contatti
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Tel. +39 064826296

Musica&Musica s.r.l.
Via Giuseppe Gioachino Belli 27, 00193 Roma
Tel. +39 06 48 26 296
Fax +39 06 48976294
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.