Home Recensioni Demo & EP Parsec - Illogico

Parsec
Illogico

Forti di alcuni contest vinti e del loro inserimento nella compilation 16 Deep Kicks del forum 3rd Eye, i bolognesi Parsec danno alle stampe il loro primo EP autoprodotto, musicalmente parlando di difficile collocazione. I 6 brani di Illogico in realtà sono stati scritti quasi 2 anni fa, quando la band era alle prime armi, ma nonostante ciò va constatato da subito un suono compatto e maturo, raffinato e completo. L'opener "Amen" si consuma tra linee di basso affettato e chitarre acide, accompagnato da una parte vocale non cantata ma recitata, donando cosi maggiore enfasi al brano già di per se molto cupo e pregno di atmosfere insane. "Dipendenza" risulta essere la pecora nera del gregge a livello di sound: ritmica incalzante e riff di chitarra al limite del Crossover, con la voce di Federico Cavicchi carica di effetti. Con "Naufragio" si può cominciare a parlare di Progressive, anche se nel senso più trasversale del termine: il suono è una spirale di strumenti che si intrecciano sciorinando un tappeto sonoro di indiscutibile fascino e carico di una elettricità molto forte. I testi, tutti in italiano sono buoni e le doti tecniche della band anche, la produzione è di livello discreto ed il mixaggio anche, ma quello che stupisce è la grande varietà compositiva e la voglia di cambiare nettamente stile tra un pezzo e l'altro. Indicativa in tal senso la strumentale "Orme", due minuti dove come a contrapporsi con le tracce che l'hanno preceduta, i Parsec sprigionano una solarità dettata da una chitarra acustica incalzante prima di tornare a sfoggiare un brillante Progressive con "Brivido Di Luce". con splendidi inserti di pianoforte e violino. La title track, con i suoi 8 minuti abbondanti chiude l'EP, dove regna ancora un'atmosfera malsana ma di grande fascino.

Illogico nonostante l'età media molto bassa di chi l'ha prodotto è senza ombra di dubbio un EP complesso e ben suonato, con una personalità già ben definita ed un'irrefrenabile voglia di sperimentare generi e stili molto diversi tra di loro.

73/100


Federico Cavicchi: Chitarra elettrica, chitarra acustica e voce
Gabriele Tassi: Basso elettrico, basso fretless, chitarra acustica e programming
Samuele Venturi: Violino elettrico, parlato e programming
Leopoldo Fantechi: Batteria e percussioni

Anno: 2010
Label: Autoprodotto
Genere: Rock Progressive/Alternative

Tracklist:
01. Amen
02. Dipendenza
03. Naufragio
04. Orme
05. Brivido di Luce
06. Illogico

Sul web:
Parsec @MySpace

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.