Horizons
Quick Change Act

Stampa

Nati a Barletta 4 anni fa, gli Horizons arrivano solo in questo primo trimestre del 2008 alla pubblicazione del loro primo lavoro ufficiale presentato sottoforma di E.P. ma considerando la durata (quasi 39 minuti di musica) potremmo parlare più semplicemente di un album vero e proprio di debutto. Nel loro pop rock dal forte taglio alternative, si mescolano con naturalezza Coldplay, U2, Radiohead e Placebo, rafforzando le loro canzoni dal songwriting internazionale con un cantato interamente in inglese.
Se le prime due tracce mostrano come la giovane band pugliese sia a suo agio con un pop pianistico dai pattern armonici, epici e dai chorus perfettamente confezionati, anche in pezzi dall’attitudine più rock come “Out Of The Blue” convincono in pieno, per poi tornare a smorzare i toni con una ballata pianistica fortemente evocativa e dove la voce di Michele (ottimo il suo accento) si rende assoluta protagonista (“That’s What I Wanted To Teach You”).
Tutti i pezzi sono tinti di un romanticismo particolare ma avvolgente, la scuola britannica funge da piena fonte di ispirazione, ma senza fermarsi troppo a scimmiottare una band piuttosto che un’altra, provando in realtà a marcare tutti le canzoni con un’ impronta personale e portando la loro durata spesso ad un minutaggio molto alto lasciando completamente da parte la canonica formula strofa-ritornello-strofa.
La dice lunga “I Just Care About You”, aperta dalla chitarra graffiante di Ruggiero ed accompagnata da una performance spoglia del resto della band, dove ancora una volta la melodia vocale gioca un ruolo determinante ai fini del pezzo. Chiudono gli 8 minuti abbondanti di “The Space Beetwen Me And I”, che rispetto al resto della raccolta si distingue per un’atmosfera rarefatta che può ricordare gli U2 di The Unforgettable Fire, per poi proseguire fluida tra tastiere, drum machine e basso sincopato. Un disco abbastanza vario ed a tratti coinvolgente, una serie di pezzi che dimostrano una maturità compositiva forte ma alla fine che paga il classico debito del già sentito. Nota a parte la splendida copertina, la qualità del mixaggio e della produzione, calibrata e professionale.

67/100


Michele Lomuscio: Voce
Ruggiero Chiariello: Chitarra
Michele Palmieri: Basso
Luca Di Pinto: Tastiere
Riccardo Gambatesa: Batteria

Anno: 2008
Label: Autoprodotto
Genere: Rock

Tracklist:
01. Continue To Think
02. Believe In Something
03. Out Of The Blue
04. That’s What I Wanted To Teach You
05. I Just Care About You
06. My Sun Is Covered
07. The Space Between Me And I

Sul web:
Horizons
Horizons @MySpace

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.