Home Recensioni Album Neil Young - The Broadcast Collection

Neil Young
The Broadcast Collection

Questo magniloquente cofanetto, costituito da un box rigido e un raccoglitore interno a libro, nel quale sono inclusi 4 vinili di pregevole qualità, propone due performance broadcast del noto cantante canadese: il concerto tenuto in solitaria al The Bottom Line di New York City, il 16 maggio del 1974, e l'esibizione del Farm Aid 1995, avvenuta al Cardinal Stadium di Louisville, il 1° ottobre del 1995. La data del 1974 è stata già pubblicata dalla medesima label, da sola e sempre in vinile, con il titolo "Bottom Line 1974 - The New York Broadcast" (numero di catalogo: PARA175LP).
L'anno prima, il concerto era comunque già apparso in cd con medesimo titolo, pubblicato dalla etichetta Gold Fish (numero di catalogo: GOLF020).
L'audio buono e la qualità ottima del vinile impiegato per la realizzazione di questa edizione rendono giustizia ad un concerto meraviglioso, estremamente suggestivo, che mai sarebbe stato divulgato dai canali ufficiali dell'artista a causa di una partecipazione tutt'altro contenuta del pubblico, pur non numeroso, protagonista di risate, rumori di bicchieri, posate e piatti, battiti di mani a tempo di musica, finanche un paio di sedie ruzzolate per terra. Tutto ciò rende particolarmente vivo e genuino l'ascolto di quest'opera, finalmente non "disturbato" dagli interventi laccati tipici della post produzione.
Dubbi permangono sulla provenienza di "Flying On The Ground Is Wrong", brano caratterizzato dal passaggio di Neil Young al piano, un audio pessimo e un pubblico numerosissimo che non può chiaramente essere quello assai limitato del Bottom Line (si tratta evidentemente di un'altra fonte, sulla quale, tuttavia, le note di copertina tacciono inspiegabilmente); una riserva viene espressa anche nei confronti di "For The Turnstiles", ove è presente una seconda voce, assente invece nei brani precedenti (l'audio rimane comunque di pregevole qualità). Va infine precisato che il titolo "Citizen Kane Junior Blues" è in realtà "Pushed It Over The End", brano apparso, tra gli altri, nel recente cofanetto "CSNY 1974" e in un rarissimo 12 pollici omonimo di Crosby, Stills, Nash & Young, edito dalla Reprise nel 1981 soltanto in Italia (numero di catalogo: W 24040).
La performance degli anni '90 è qui proposta integralmente.
In vinile, la data è uscita contemporaneamente anche per la label BigCar (2 lp con numero di catalogo BC003), con il titolo "Cardinal Stadium 1995" mentre in cd era già comparsa nel 2017 ad opera della label All Access (con numero di catalogo AACD0148), accreditata a Neil Young & Crazy Horse, Willie Nelson. Stralci di questo concerto (tre soli brani: "Mother Earth", "Last Of His Kind (The Farm Aid Song)" e "Homegrown", quest'ultimo assieme ai Crazy Horse) erano comunque stati inseriti già nel 2000, nell'album ufficiale "Farm Aid; Volume One ★ Live ★", che raccoglieva estratti delle performance di tutti i partecipanti (ovverosia John Mellencamp, Highwaymen, Dave Matthews Band, Bonnie Raitt, Neville Brothers, Steve Earle & The Dukes, Trisha Yearwood, Beach Boys, Martina McBride, Bryan Adams, Beck, Johnny Cash, Susan Tedeschi, Keb' Mo', Dwight Yoakam, Deana Carter, Waylon Jennings, Los Lobos, Kris Kristofferson, Marty Stuart, Willie Nelson & Family).
Infine, 7 brani dei 10 effettivamente suonati (assente la lettera letta dal cantante, così come gli ultimi due brani in scaletta: "Country Home" e "Slip Away") sono apparsi anche nel box non ufficiale di 10 cd intitolato "Neil Young ‎– Heart Of Gold - Live" pubblicato nel 2019 da una label pirata rimasta anonima.
L'esecuzione può essere virtualmente divisa in due: nella gran parte del concerto, Neil Young - voce, chitarra e armonica - si esibisce accompagnato soltanto da un fisarmonicista (o tastierista), proponendo una manciata di pezzi suggestivi e malinconici (tra i quali spiccano le intramontabili "Heart Of Gold" e "Sugar Mountain", nonchè il magico binomio iniziale costituito da "Comes A Time" e "The Needle And The Damage Done"), purtroppo intervallati da episodi non sempre avvincenti (tediosa, ad esempio, risulta la lettera indirizzata all'allora Presidente Clinton, stucchevole, invece, "Mother Earth (National Anthem)", ove peraltro la voce fa ogni tanto cilecca).
Due brani, invece ("Country Home" e "Slip Away"), sono proposti assieme ai Crazy Horse: l'atmosfera cambia radicalmente e le sonorità si fanno piuttosto impetuose, nel caso del secondo brano addirittura frastornanti, ma la compagine elettrica del Nostro risulta non meno avvincente di quella acustica, quantomeno per chi scrive. Tutti i brani presentano gli applausi del pubblico in dissolvenza, cosa piuttosto antipatica ma assai frequente, quando si parla di case discografiche non ufficiali.
21 brani acustici a fronte di 2 soli elettrici, potrebbero sembrare pesantucci, per un cofanetto quadruplo di Neil Young ma non in questo caso: la prima performance offre l'opportunità di cogliere l'arte del cantautore in tutta la magnetica ascendenza dell'unplugged, perfettamente in linea con lo spirito impalpabile e fragile del genere folk. Il concerto del '95, invece, sa molto di arena, compagine ove effettivamente si tenne, ma ha il pregio di offrire una manciata di brani acustici che, negli anni '70, il folk singer era restio a presentare dal vivo, compresi quelli attinti dal pluriosannato "Harvest", disco piuttosto ignorato dal Nostro in giovane età, da egli recuperato soltanto due decenni più tardi. 
Per i motivi sopra esposti, non è oltraggioso affermare che quest'opera è caldamente consigliata anche ai neofiti.



Neil Young: voce, armonica, chitarra, piano
Frank "Poncho" Sampedro: chitrra, tastiere
Billy Talbot: basso
Ralph Molina: batteria

Anno: 2019
Label: Parachute Recording Company
Genere: folk, psych, country, rock

Tracklist:
The Bottom Line, New York City, NY, 16th May 1974

Citizen Kane Junior Blues    
Long May You Run    
Greensleeves    
Ambulance Blues    
Helpless    
Revolution Blues    
On The Beach    
Roll Another Number For The Road    
Motion Pictures    
Pardon My Heart    
Dance, Dance, Dance    
For The Turnstiles    
Flying On The Ground Is Wrong    
Farm Aid, Cardinal Stadium, Louisville, KY, 1st October 1995
Comes A Time    
The Needle And The Damage Done    
Mother Earth (National Anthem)    
Four Strong Winds    
Helpless    
Heart Of Gold    
Sugar Mountain    
Neil Young Reads A Letter From President Clinton    
Country Home    
Slip Away

Banner

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.