Home Recensioni Album King Crimson - The Reconstrukction Of Light (vinyl edition)

King Crimson
The Reconstrukction Of Light (vinyl edition)

La versione in vinile di The ReConstrukction Of Light è ancora più bizzarra di quella in CD/DVD pubblicata recentemente (l'abbiamo recensita QUI): cover, titolo e tracklist leggermente diversi da quest'ultima, a loro volta diversi dalla versione originale del 2000.
Partiamo dall'inizio: il perchè della nuova rubricazione di questo album di 19 anni fa (da The Construkction Of Light si è passati a The Reconstrukction Of Light) lo abbiamo spiegato nella recensione di cui sopra.
In breve sintesi, l'album originario viene oggi in parte rielaborato, con parti di batteria interamente risuonate e l'immancabile nuovo remix.
Le motivazioni ufficiali sarebbero da ricondurre all'asserito smarrimento di alcune registrazioni. Sarà, ma noi non ci crediamo. 
E' sufficiente ricordare, al riguardo, che all'epoca Fripp non rimase soddisfatto dell'album, valutandolo piuttosto flaccido (più precisamente, asserì che "non trasmette il potere della musica, in misura maggiore rispetto a qualsiasi album in studio dei King Crimson").
E questo spiega le parti di batteria completamente risuonate.
La tracklist del 33 giri subisce anch'essa lievi modifiche, probabilmente per piegarsi alle logiche temporali delle facciate viniliche: a parte la sparizione dei due sottomovimenti di "The ConstruKction of Light" e dei quattro di "Larks' Tongues in Aspic, Pt. 4", assorbiti in unico titolo ciascuno, l'opera si arricchisce di due brani, entrambi rispettivamente registrati dal vivo a Roma e a Londra: l'improvvisazione "Mastelotticus SS Blasticus" (un'apoteosi rumoristica che presenta virtuosismi elettrici ma non ritmici, stante la non eccelsa tecnica esecutiva del drummer Mastelotto, peraltro, presente in versione edit) e "The Deception Of The Thrush" (quest'ultimo fu pubblicato nell'EP "Level Five", la versione intera del primo fu inserita nel titolo "Eyes Wide Open", entrambi i brani sono stati inclusi nel recente boxset di "Heaven and Earth", monumentale cofanetto che copre il range temporale che va dal 2000 al 2003, comprendente i remix di "The Construkction of Light", "Heaven & Earth", "The Power to Believe", dei due Ep "Happy With What You Have To Be Happy With" e "Level Five", brani in studio del tutto inediti, diverso materiale dal vivo ad opera delle formazioni Fripp/Belew/Gunn/Mastelotto e Fripp/Belew/Levin/Mastelotto/Harrison, nonchè dei ProjeKct One, Two, Three, Four, tutti ripartiti in 18 CD, 4 dischi Blu-ray e 2 DVD). 
Permangono dubbi sulla ratio di simili criptiche operazioni commerciali.



Adrian Belew: Chitarra, voce, V-drums
Robert Fripp: Chitarra
Trey Gunn: Warr guitar
Pat Mastelotto: Batteria, programmazione

Anno: 2019
Label: DGM
Genere: Prog rock


Tracklist:
01. "ProzaKc Blues" - 5:28
02. "The ConstruKction of Light" - 8:40
03. "Into the Frying Pan" - 6:54
04. "FraKctured" - 9:06
05. "The World's My Oyster Soup Kitchen Floor Wax Museum" - 6:24
06. "Larks' Tongues in Aspic, Pt. 4" - 13:03
07. "Heaven and Earth" - 7:46
08. "Mastelotticus SS Blasticus" (Live) - 10:38
09. "The Deception of the Thrush" (Live) (Taken from the Level Five EP)

Banner

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.