Home Recensioni Album Marillion - Brave (Deluxe edition)

Marillion
Brave (Deluxe edition)

Non dico che i Marillion senza Fish non siano bravi e/o godibili. 
Tutt'altro. 
Per me, più semplicemente, sono un altro gruppo. L'ingresso di Hogart ha radicalmente cambiato il sound del gruppo se non dal primo album (Season's End, ancora legato alle atmosfere del precedente Clutching At Straws), certamente da Holidays In Eden in poi. 
Con quest'ultimo, i Marillion hanno definitivamente abbandonato le influenze genesisiane degli esordi, perseguendo lo scopo di attualizzarsi più volte, non sempre con successo, mai abbandonando, comunque, la ricerca spasmodica della melodia struggente e malinconica.
Sempre presente la chitarra sognante e gilmouriana di Rothery, purtroppo definitivamente persi i magnifici fraseggi di Mark Kelly alle tastiere, sostituiti da interventi di insieme più votati alla ricerca di un'atmosfera, piuttosto che protesi vero il virtuosismo d'effetto.
Ne consegue che si, Brave è un masterpiece, ma del nuovo corso.
In tal senso, l'opera mantiene intatta la sua validità intrinseca ma imprigiona il gruppo negli stretti meandri di una formula che, con il passare del tempo, verrà adottata dal quintetto in termini ripetitivi. 
Troppo poco innovativi gli album successivi (ivi compreso anche all'altro "capolavoro" dell'era Hogarth, Marbles), caratterizzati da questa voce dai toni malinconici e sofferti, a volte drammatici, reiterati in termini di stancante cliché.
Questa edizione expanded - la terza, dopo Mispaced Childhood e Clutching At Straws (la seconda l'abbiamo recensita qui) - presenta l'album di allora in versione remixata da Steven Wilson arricchita dal concerto integrale registrato il 29 aprile del 1994 a La Cigale di Parigi.
La brutta notizia è che non si tratta di materiale inedito, non completamente, perlomeno: l'intera suite "Brave" era già apparsa nel 1996, in Made Again, primo album dal vivo con Hogarth
Sono invece inediti i brani estratti dagli altri album: "Cover My Eyes (Pain and Heaven)", "Sláinte Mhath", "No One Can", "Sympathy", "Easter", "Garden Party", "Waiting to Happen", "Hooks in You", "The Space...". Quest'ultima tracklist evidenzia una curiosità: la nuova formazione preferì ignorare i brani dell'era Fish a vocazione pop come "Kayleigh" e "Lavender", come invece ci si sarebbe aspettato, privilegiando due classici decisamente lontani dal nuovo corso come "Sláinte Mhath" e "Garden Party".





Steve Hogarth: Voce, tastiera e percussioni aggiuntive, cori
Steve Rothery: Chitarra
Pete Trewavas: Basso, cori
Mark Kelly: Tastiera, cori
Ian Mosley: Batteria, percussioni

Altri musicisti
Tony Halligan: Uilleann pipes
Liverpool Philharmonic: Violoncello, flauto

Anno: 2018
Label: Parlophone
Genere: Prog Rock, Symphonic Rock, Pop

Tracklist - Versione in formato 5LP

Brave (2018 Steven Wilson Remix)
LP1-1-1 Bridge
LP1-1-2 Living With The Big Lie
LP1-1-3 Runaway
LP1-2-1 Goodbye To All That/Wave/Mad/The Opium Den/The Slide/Standing In The Swing
LP1-2-2 Hard As Love

LP2-1-1 The Hollow Man
LP2-1-2 Alone Again In The Lap Of Luxury
LP2-1-3 Paper Lies
LP2-2-1 Brave
LP2-2-2 The Great Escape
LP2-2-3 Made Again

Live At La Cigale (29/4/1994) (2018 Michael Hunter Remix)
LP3-1-1 River
LP3-1-2 Bridge
LP3-1-3 Living With The Big Lie
LP3-1-4 Runaway
LP3-1-5 Goodbye To All That
LP3-2-1 Wave
LP3-2-2 Mad
LP3-2-3 The Opium Den
LP3-2-4 The Slide
LP3-2-5 Standing In The Swing
LP3-2-6 Hard As Love

Live At La Cigale (29/4/1994) (2018 Michael Hunter Remix)
LP4-1-1 The Hollow Man
LP4-1-2 Alone Again In The Lap Of Luxury
LP4-1-3 Now Wash Your Hands
LP4-1-4 Paper Lies
LP4-2-1 Brave
LP4-2-2 The Great Escape / The Last Of You / Fallin' From The Moon
LP4-2-3 Made Again

Live At La Cigale (29/4/1994) (2018 Michael Hunter Remix)
LP5-1-1 Cover My Eyes (Pain And Heaven)
LP5-1-2 Sláinte Mhath
LP5-1-3 No One Can
LP5-1-4 Sympathy
LP5-1-5 Easter
LP5-2-1 Garden Party
LP5-2-2 Waiting To Happen
LP5-2-3 Hooks In You
LP5-2-4 The Space...


Banner

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.