Home Recensioni Album Diana Winter - Tender Hearted

Diana Winter
Tender Hearted

Veramente notevole il secondo album di Diana Winter, un gioiello di pop rock da non lasciarsi sfuggire per gli amanti di questo tipo di sonorità.

Dieci canzoni molto originali, condite da influenze soul e funky, piene d’idee che catturano l’attenzione e si lasciano ascoltare più volte con soddisfazione, fresche, che non riciclano se stesse o altrui trovate, chiaramente frutto di un gran lavoro in studio.

La cantante, a dispetto del suo cognome, è davvero un tipo solare, trasmette molta energia e si sarà davvero divertita nell’eseguirle, riuscendo anche a far divertire l’ascoltatore. Ben riuscita l’alternanza fra ballate e brani più rock: Diana, che in passato ha collaborato con Giorgia, dimostra di saper passare da un registro dolce (“A Better Me”) ad uno più grintoso (“Killers”), ed ascoltare una così gran varietà di umori musicali fa solo che bene alla nostra anima, tanto da farci tornare con la mente ai bei tempi dell’adolescenza. 
Alla fine dell’album l’ascoltatore si sente pienamente appagato, peccato solo che il viaggio in compagna di Diana duri meno di 40 minuti, ma si sa, la qualità batte la quantità.
Non posso, poi, esimermi dal fare un applauso agli arrangiamenti ed alla produzione, davvero di prim’ordine.

Mi sento solo di muovere un unico appunto: per un cd di questo calibro, che veramente merita di essere esportato - e non solo perché è cantato in inglese - sarebbe stato doveroso prestare maggiore cura all’artwork ed anche ai contenuti.
Mi spiego meglio: anziché utilizzare il micragnoso formato digipack, per una volta che in Italia abbiamo un’Artista che sa esprimersi con doverosa proprietà di linguaggio musicale, bisogna valorizzare anche il suo prodotto a livello estetico, ossia ricorrendo al cd in formato jewel case in modo da allegare un libretto con testi, illustrazioni, note che descrivano la genesi dell’opera. Inoltre, sarebbe stato molto gradito inserire nel cd anche qualche videoclip, con esibizioni live oppure un’intervista in studio.

È troppo chiedere alle case discografiche di dare un taglio alla loro famigerata gretteria?


DIANA WINTER: voce, chitarra
FABIO BALESTRIERI: chitarra, tastiere, basso (eccetto traccia 01)
DANILO MAZZONE: tastiere
RUPERT BROWN: batteria (eccetto dove diversamente specificato)
PHIL GOULD: batteria (nella traccia 01 e 10)
MIRCO DE GRANDIS: batteria (nella traccia 07)
AL SLAVIK: basso (solo nella traccia 01) 

All strings arranged, performed
and recorded by
NEIL BLACK

Additional programming and efx
by
Diana Winter and Fabio Balestrieri
Additional recordings
by
Gianni Istroni and Alessandro Benedetti

Anno: 2015
Label: Indiana Records
Genere: Pop, Rock, Soul, Funky

Tracklist:
01. A Better Me
02. Why Did You?
03. You Want It
04. Heavy On My Heart
05. Killers
06. Get Out Of My Head
07. My Name
08. Don't Want You Around
09. Show Me What You've Got
10. April Lane


Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.