Home Recensioni Underground
Underground

Part Time
Spell # 6

PDFStampaE-mail

Underground

Scritto da Gianluca Livi Sabato 13 Ottobre 2018 22:56

Dietro al moniker Part Time si cela David Loca, qui di fatto al suo sesto album.

Leggi tutto...

 

Treetop Flyers
Treetop Flyers

PDFStampaE-mail

Underground

Scritto da Gianluca Livi Sabato 13 Ottobre 2018 22:38

Questo gruppo di Londra si presenta al pubblico con un terzo album che, in linea con la precedente produzione, pesca da un passato molto lontano, senza innovare, volutamente omaggiando.

Leggi tutto...

 
 

Still Corners
Slow Air

PDFStampaE-mail

Underground

Scritto da Gianluca Livi Sabato 13 Ottobre 2018 22:32

Elegante e raffinato synth pop dalle venature malinconiche e suggestive, capace di rendere addirittura calde le atmosfere complessive dell'intero album.

Leggi tutto...

 

We Were Promised Jetpacks
The More I Sleep The Less I Dream

PDFStampaE-mail

Underground

Scritto da Gianluca Livi Martedì 09 Ottobre 2018 18:50

Gli scozzesi We Were Promised Jetpacks sono oggi al quarto album, registrato tra il Minor Street di Philadelhia e il Long Pond nella Hudson Valley, New York.

Il disco offre sonorità in bilico tra post-rock (“Impossible”, “Someone Else’s Problem”) e indie rock (“Repeating Patterns”, “Hanging In”) e si caratterizza quale prova della loro accresciuta maturità compositiva ed esecutiva, talvolta riflessiva e malinconica, più raramente grintosa, ma sempre elegante e ottimamente prodotta.

 

Leggi tutto...

 
 

Value Void
Sentimental

PDFStampaE-mail

Underground

Scritto da Gianluca Livi Martedì 09 Ottobre 2018 18:42

L'album "Sentimental" del trio londinese Value Void viene descritto in rete come "una collezione di proto-punk rigoglioso, caldo e avvolgente, analogico".

Malauguratamente, io non ci ho visto nulla di tutto questo: l'alveo musicale del gruppo ruota attorno all'ordinarietà di un pop piuttosto minimalista.

Niente di rabbioso e aggressivo ma tutto piuttosto rassicurante.

Leggi tutto...

 

Blacklab
Under The Strawberry Moon 2.0

PDFStampaE-mail

Underground

Scritto da Gianluca Livi Martedì 09 Ottobre 2018 18:35

Sembra assai appropriata la descrizione "dark witch doom" che danno di loro stesse le BlackLab, due ragazze giapponesi qui al loro esordio discografico (anche se una versione 1.0 di questo album era già stata pubblicata in forma autoprodotta).

In generale, la loro musica appare fortemente distorta, burrascosa e sferzante, inclusa in un range sonoro riconducibile ad un doom mai prevedibile, forte di numerosi cambi di tempo e una voce piuttosto originale.

Leggi tutto...

 
 

Desounder
Desounder

PDFStampaE-mail

Underground

Scritto da Luca Driol Martedì 09 Ottobre 2018 09:26

Esordio sulla lunga distanza per questo quartetto scaligero nato nel 2013 con il nome di Rider’s Bone  che, dopo diversi mutamenti di formazione e una buona gavetta on stage, due anni dopo si stabilizza con gli attuali membri.

Leggi tutto...

 

Seraphic Eyes
Hope

PDFStampaE-mail

Underground

Scritto da Max Casali Martedì 09 Ottobre 2018 09:03

A distanza di un biennio, arriva il nuovo album per il trio biellese dei Seraphic Eyes che, per l’occasione, han scomodato nientemeno che Pietro Foresti, già dietro al bancone-mixer per Korn, Asian Dub Foundation ed elementi di Guns’n’Roses, segno che il combo lombardo voleva curare bene i dettagli alla seconda prova: quella più insidiosa per tutti, quella che chiede le conferme promettenti del debutto che, solitamente, è sintomo di buone premesse.

Leggi tutto...

 
 

Sandro Perri
In Another Life

PDFStampaE-mail

Underground

Scritto da Gianluca Livi Lunedì 01 Ottobre 2018 12:51

Il canadese Sandro Perri è autore di una formula cantautorale velatamente infarcita di ambient e sperimentazione eleganti e raffinati.

Leggi tutto...

 

Slap Guru
Diagrams of pagan life

PDFStampaE-mail

Underground

Scritto da Bartolomeo Varchetta Lunedì 17 Settembre 2018 11:39

Potrebbe sembrare una contraddizione ma gli Slap Guru portano una ventata d’aria fresca dal passato.
Riescono infatti a esplorare in maniera molto convincente territori già battuti negli anni ‘70 da band come Led Zeppelin, Jethro Tull (quelli pre-prog) e via dicendo, offrendosi con un hard rock decisamente tendente verso l’hard blues e fortemente contaminato da atmosfere psichedeliche tipiche di quel periodo.

Leggi tutto...

 
 

Pagina 1 di 52

Banner

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.