Home News News Premio Lunezia 2013: targa a Gaetano Curreri ed agli Stadio per il loro trentennale


E’ Gaetano Curreri degli Stadio il Big che ha rappresentato l’ennesima sorpresa del Premio Lunezia 2013. Tenuto rigorosamente nascosto dallo staff del festival, il leader degli Stadio ha ritirato  la "Targa Lunezia", dedicata ai trent’anni di carriera della band emiliana e consolidata dagli innumerevoli successi personali ottenuti come cantante, autore, produttore e collaboratore di molti mostri sacri della canzone italiana.


«Premiare Gaetano Curreri e gli Stadio – ha commentato Stefano De Martino, patron della manifestazione – significa omaggiare un pezzo di storia della canzone. Molti dei suoi brani, scritti per la band e per altri illustri colleghi, sono poesie in musica e sposano perfettamente il concetto di musical-letterarietà, che è il “fil rouge” del Premio. Per noi è un vero privilegio averlo sul palco del Lunezia».

«A suggello di un anno di festeggiamenti, siamo davvero felici di ricevere la Targa del Lunezia -  ha dichiarato Curreri - perché è un premio prestigioso, che ha sempre avuto grande cura per la musica d'autore. Proprio come noi che, in questi anni, abbiamo cercato di costruire ponti e passaggi tra la grande musica cantautorale e la tradizione dei gruppi rock italiani. E continuiamo a spingerci verso nuovi percorsi, come ora con Paolo Fresu, i Solis String Quartet, e con altri amici nei vari generi musicali».   

Come si legge nella motivazione della "Targa Lunezia", "Brani come Chiedi chi erano i Beatles, Swatch, Generazione di fenomeni, E dimmi che non vuoi morire, non sono semplicemente canzoni famose che conoscono tutti e tutti cantano, sono pietre miliari nella storia recente, prisma di rifrazione per le evocazioni di particolari momenti storici e precisi momenti privati.

La Targa Lunezia a Gaetano Curreri e agli Stadio sposa inoltre un anniversario storico: i 30 anni di carriera", in cui la band si è imposta come esempio unico di pop-rock d'autore, grazie ad un repertorio di successi scritti con Lucio Dalla, Vasco Rossi, Luca Carboni, Ivano Fossati, Francesco Guccini, Roberto Roversi, Jovanotti e tante altre "celebri firme" della musica cantautorale italiana.

Fonte: Ufficio Stampa Daniele Mignardi Promopress Agency




Banner

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.