Home News News Petrina: il nuovo disco in uscita il 9 aprile

Petrina: il nuovo disco in uscita il 9 aprile


IN USCITA IL 09/04/2013  per Ala Bianca Group -- distribuzione Warner

Anche  in versione DE LUXE su Itunes con due outtakes che si avvalgono di prestigiose collaborazioni

Condividi e incorpora il nuovo video clip di PETRINA "DENTI",1° singolo già in programmazione su tutto il circuito radiofonico italiano.

ANTEPRIMA STREAMING 1° radio single "DENTI"Incorpora e condividi il link:http://soundcloud.com/unomundo/sets/petrina-denti-1-radio-single
Teaser di presentazione album

Per l’edizione deluxe l’album Petrina si arricchisce di due nuove corpose tracce, che aggiungono ben 15 minuti all’edizione ‘normale’, una in inglese e una in italiano.

La prima delle due, Drum-me, è un testo giocoso e autobiograficamente caricaturale sulle ‘drammatiche’ esperienze che l’artista ha vissuto con alcuni dei molti ‘drummers’ con cui si è cimentata, e che si sono persino prestati a registrare ognuno un solo per questa traccia.

Alcuni di loro sono nomi ben noti al mondo del jazz, ma non solo: Zeno de Rossi (batterista di Vinicio Capossela, oltreché membro fondatore del collettivo El Gallo Rojo), Enzo CarpentieriGianni BertonciniNiccolò RomaninCristina Atzori.

La stessa Petrina, che nella versione live del pezzo percuote un seggiolino di legno e un bicchiere (mentre canta e suona le tastiere), in questa traccia si cimenta con Mirko Di Cataldo (chitarra e basso) nell’ultimo solo di batteria che chiude la serie dei sei.

L’elettronica che sopraggiunge nel punto culminante, per mano di Francesco Grani, infittisce il gioco di scatole cinesi rielaborando e distorcendo un sottotesto che svela risvolti segreti della vicenda…

La seconda delle due nuove tracce, Tanti così anni, unisce una scrittura compositiva per quartetto di fiati classici (flauto, oboe, clarinetto e fagotto, a cui si aggiungono violoncello e contrabbasso), a una forma canzone per quartetto jazz, che lascia spazi aperti all’improvvisazione libera di sax contralto e pianoforte in dialogo fra loro.

I musicisti coinvolti qui sono i più disparati: da maestri della musica barocca come Mario FolenaOscar Meana (flauto e fagotto), o classica come Francesca Guerra (oboe) e Angelo Maria Santisi (violoncello), a esimi esponenti del jazz d’avanguardia, come Piero Bittolo Bon (sax), Riccardo Marogna (clarinetto), Danilo Gallo (contrabbasso), Alessandro Fedrigo (basso) e Gianni Bertoncini (batteria).

Anche il mondo dell’indie rock vi è rappresentato, con il violino di Nicola Manzan, già presente in un’altra traccia del disco, Niente dei ricci.

 

PETRINA  "Petrina" cd

Gettonatissima in quel vero e proprio indicatore di talenti che è la web-radio di David Byrne, la cantante, pianista, tastierista e compositrice Petrina è senza alcun dubbio una delle rivelazioni odierne nella scena musicale italiana, sintetizzando con classe eclettica e visionaria un obliquo e sensuale cantautorato con le sperimentazioni del jazz-rock d’avanguardia e dell’elettronica.

Dopo il precedente ”IN DOMA” (2009, autoprodotto) oggi Petrina torna a firmare un nuovo album con cui si identifica pienamente, al punto da intitolarlo con il suo stesso nome, come a sottolineare un approfondimento del tessuto compositivo, lirico, e di arrangiamenti, con cui si definisce lo spettro della sua personalità artistica.

In questo album infatti Petrina scrive partiture per fiati ed archi, inserisce l’elettronica in alcuni pezzi, dà largo spazio alle chitarre elettriche e ai synth (in cui si cimenta lei stessa), coinvolgendo 13 musicisti di diverse estrazioni.

Appaiono inoltre come ospiti John Parish, lead guitar in Princess, David Byrne con un piccolissimo ma mirato cameo vocale in Lina.

La presenza di David Byrne non è solo la testimonianza della sua stima già dimostrata dalla ripetuta presenza di Petrina nelle sue passate radio-playlist; David Byrne è stato infatti anche il deus ex-machina della traccia con cui si chiude l’album.

E’ stata sua infatti l’idea di far incontrare Petrina con Jherek Bischoff (artista di Seattle e suo collaboratore, oltreché fondatore di Parenthetical Girl, Dead Science e Xiou Xiou, arrangiatore, compositore e polistrumentista per Amanda Palmer) per la realizzazione della versione orchestrale di Sky-Stripes in August posta al termine dell’album ma già presente in tracklist nella sua versione standard .

Negli altri pezzi, di matrice più rock, l’arrangiamento si è invece forgiato nelle sale-prova, grazie al contributo di valentissimi musicisti come Gianni BertonciniAlessandro Fedrigo, Niccolò Romanin, Piero Bittolo Bon

e Mirko Di Cataldo, vero assistente alla produzione per l’intero album.

 

TRACK LIST:1. Little Fish from the Sky   2.The Invisible Circus   3. Princess   4. Niente dei ricci   5.Sky-Stripes in August   6. Denti 7. Dog in Space   8. Vita da cani   9. I fuochi d'artificio   10. Lina   11. Sky-Stripes in August (orchestral version)





Tags:
Banner

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.