Home News News GO DAI FEST: Enrico Gabrielli cura la seconda serata della rassegna.

GO DAI FEST: Enrico Gabrielli cura la seconda serata della rassegna.


Domenica 13 Gennaio 2013 presso l'Angelo Mai Altrove Occupato di Roma.

Cinque serate.
In cinque mesi.
Con cinque direttori artistici speciali.
Fritz da Cat, Enrico Gabrielli (Calibro 35), Roberta Sammarelli (Verdena), Xabier Iriondo (Afterhours), Giulio Ragno Favero (Il Teatro degli Orrori).
E il gran finale con Manuel Agnelli (Afterhours).
Angelo Mai Altrove Occupato, Roma. Da un‘idea di Daniele “ilmafio“ Tortora e Rodrigo D‘Erasmo.

Domenica 13 Gennaio 2013
QUARTETTO PROMETEO
VINCENZO VASI (Vinicio Capossela)
FRANCESCA RUIZ BILIOTTI
RODRIGO D'ERASMO (Afterhours)
DER MAURER / ENRICO GABRIELLI (Calibro 35, Mariposa)
SEBASTIANO DE GENNARO (Edda, Le Luci Della Centrale Elettrica)
ROCCO MARCHI (Mariposa, Hobocombo)
FRANCESCA BACCOLINI (Hobocombo)
FABIO RONDANINI (Calibro 35)
GABRIELE LAZZAROTTI
MICHELE ORVIETI (Mariposa)

ANGELO MAI OCCUPATO ALTROVE
Viale delle Terme di Caracalla, 55 a
Roma
Inizio spettacoli: 18:30
Ingresso 5 euro
“FU“ Aria
Enrico Gabrielli (Der Maurer, Calibro 35Mariposa)

“Perché leggere Platone quando anche un sassofono può farti intravedere un altro mondo?” (cit. Cioran)
“Il suono è un suono, per rendersene conto bisogna mettere fine allo studio della musica.” (cit. Cage)
“Che palle.” (cit. il gentile auditorio)

Io sottoscritto Enrico Gabrielli ho aderito a GO DAI in qualità di responsabile dell’altrui fruire della giornata del 13 Gennaio 2013, la giornata della Musica Contemporanea Divertente.
Per quella giornata è previsto che la gente ascolti materiale compositivo concepito

da compositori ancora legati alla carta. La carta, ricordo, è essenziale oltre che per l’economia cinese e le foreste di eucalipto delle multinazionali finlandesi, per cose che vanno dallo scrivere al pulirsi il culo. Un grande compositore non fa
distinzione e il pubblico, quando ha un grande compositore davanti alle orecchie, nemmeno. Anzi si diverte, si nutre, prende, una buona volta, posizione. E aiuterà l’ecologia culturale a differenziare carta, plastica e sterco musicale, ognuno a proprio modo. Al Festival della Pazienza si inchineranno di fronte al gentile auditorio sia
Steve Reich che Igor Stravinskij in parata, assieme a tanti altri, per spingere la coscienza indifferenziata del“sentito dire” a quella sostenibile del “sentito suonare”. Ah, importante: le porte saranno aperte sia in entrata che in uscita.

- Enrico Gabrielli -
MUSICISTI / PERFORMER:
QUARTETTO PROMETEO
Con uno sguardo alla classicità e uno al nostro tempo, Quartetto Prometeo, formazione cameristica nata alla Scuola di Fiesole, si va affermando come una delle più interessanti della sua generazione.
Vent‘anni di carriera, di concerti, di incisioni e di prime esecuzioni assolute.
Il Prometeo ha vinto numerosi concorsi internazionali, tra cui la grande affermazione alla 50° edizione del Prague Spring International Music Competition nel 1998, in cui hanno ricevuto anche il Premio Speciale Bärenreiter per la migliore esecuzione fedele al testo originale del Quartetto K 590 di Mozart, il Premio Città di Praga come migliore quartetto e il Premio Pro Harmonia Mundi.
Il Quartetto Prometeo è perfetto equilibrio tra intelletto ed immediatezza, è classico e contemporaneo al tempo stesso: le spinte avanguardistiche e conservatrici all‘interno del gruppo sembrano fondersi in un amalgama sonoro incandescente.
www.quartettoprometeo.com

VINCENZO “Braccioelettrico” VASI, voce
FRANCESCA RUIZ BILIOTTI, contralto lirico
RODRIGO D’ERASMO (Afterhours), violino
DER MAURER/ENRICO GABRIELLI (Calibro 35Mariposa), fiati
SEBASTIANO DE GENNARO (EddaLe Luci della Centrale Elettrica), percussioni
ROCCO MARCHI (Mariposa, Hobocombo), chitarra / FRANCESCA BACCOLINI (Hobocombo), contrabbasso
FABIO RONDANINI (Calibro 35), percussioni
GABRIELE LAZZAROTTI, basso
MICHELE ORVIETI, presentatore e anfitrione di gran mestiere
Banner

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.