Home News News Atina Jazz Winter: la quarta edizione dal 4 al 6 gennaio

Atina Jazz Winter: la quarta edizione dal 4 al 6 gennaio


Giunta ormai alla sua quarta edizione, AtinaJazz Winter (4,5 e 6 gennaio 2013), la sessione invernale del festival, grazie soprattutto ad un'intensa programmazione di grande qualità  e varietà , sta sempre più imponendosi come uno degli appuntamenti principali che caratterizzano la prima settimana dell'anno nel Basso Lazio.

Anche per questa edizione 2013, le novità non mancheranno,nella splendida cornice del Palazzo Ducale di Atina, con ben 7 concerti in 3 giorni di cui 5 anteprime assolute. Non solo grande musica in programma, ma anche interessanti workshop per gli addetti ai lavori, gite turistiche alla scoperta della Valle di Comino, degustazioni di prodotti del territorio, la presentazione di un libro di ricette in musica, una mostra fotografica e molto altro ancora.   Un calendario ricchissimo con tutti gli appuntamenti musicali ad ingresso gratuito,grazie alla particolare formula adottata in collaborazione con due tra le più apprezzate e dinamiche etichette discografiche del panorama italiano ed internazionale:CAM JAZZ e JANDO MUSIC,che approfitteranno del palcoscenico di AtinaJazz per presentare le loro più interessanti novità  in uscita per l'inizio del 2013.   Nell'addentrarci nella programmazione del festival, si scopre subito, che finalmente una manifestazione di grande livello come AtinaJazz, ha riservato particolare attenzione alla produzione italiana. Una produzione che trova grandi riconoscimenti all'estero ma che molte volte non viene adeguatamente valutata e supportata nel nostro paese. Tutti i concerti in programmazione vedono formazioni composte da musicisti Italiani, alcuni dei quali protagonisti del panorama nazionale come Enzo Pietropaoli, Michele Rabbia, Fulvio Sigurtà , Luca Aquino, solo per citarne alcuni, ma grande spazio anche ai nuovi talenti del jazz italiano come il quartetto di Marco Valeri, il trio di Alessandro Lanzoni e quello di Enrico Zanisi, proprio in questi giorni vincitore del TOP JAZZ 2012 come miglior nuovo talento italiano. E ancora: Alessandro Paternesi quintet e il Lokomotive Trio, progetto made in AtinaJazz in una veste rinnovata e in continua e voluzione.   Ad aprire Atina Jazz Winter venerdi 4 gennaio Marco Valeri 4et: Marco Valeri batteria, Daniele Tittarelli sax, Pietro Ciancaglini contrabbasso, Francesco Lento tromba che presenterà  il suo nuovo cd "The Apple",realizzato con Jando Music. A seguire AlessandroLanzoni trio: Alessandro Lanzoni piano, Matteo Bortone basso, Enrico Morello batteria che presenterà  il cd "Dark Flavour", realizzato con CamJazz. Sabato 5 gennaio il programma di Atina Jazz Winter presenterà ,nel pomeriggio, nel Cantinone Visocchi: Michele Rabbia Solo in collaborazione con CAM Jazz, quindi a seguire in serata a Palazzo Ducale: Enrico Zanisi Trio: Enrico Zanisi  piano, Francesco Ponticelli contrabbasso, Alessandro Paternesi, batteria che presenterà  il cd "Life Variations", realizzato per CamJazz.   Enrico Zanisi ha appena vinto il Top Jazz, referendum della rivista Musica Jazz come miglior nuovo talento 2012. A seguire,Enzo Pietropaoli 4et: Enzo Pietropaoli contrabbasso, Fulvio Sigurta' tromba, Julian Oliver Mazzariello piano, Alessandro Paternesi batteria,che presenterà  in anteprima assoluta il nuovo cd "Yatra vol.2",realizzato per Jando Music.

Ultima giornata,domenica 6 gennaio,per Atina Jazz Winter con i concerti di Alessandro Paternesi P.O.V. Quintet: Alessandro Paternesi, batteria, Simone La Maida, Sax, Gabriele Evangelista contrabbasso, Francesco Diodati, chitarra, Enrico Zanisi,pianoforte che presenterà  il cd "Dedicato". Un quintetto formato dai migliori talenti del jazz italiano come anche la classifica del Top Jazz testimonia: Zanisi al primo posto, Diodati, secondo e Paternesi, terzo.Chiuderà  Atina Jazz Winter: New LoKoMotiveTrio Feat. Luca Aquino: Tommaso Folchetti, pianoforte, Mario Mazzenga, contrabbasso, Giulio Marcelli, batteria, Luca Aquino, tromba.   Estremamente interessante anche la collaborazione, sempre più intensa, con il Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione dell'Università  di Cassino e del Lazio Meridionale, che coordinerà  l'organizzazione dei due workshop che si terranno il 4 ed il 5 pomeriggio ad Atina. In questi appuntamenti, aperti al pubblico ma evidentemente pensati specificatamente per gli addetti ai lavori, si parlerà  dei vari aspetti legati alla comunicazione degli eventi culturali, in particolar modo dell'importanza di una corretta gestione del marchio e del rapporto con gli sponsor che, sempre più in futuro, saranno chiamati a sostituirsi ai finanziamenti pubblici, purtroppo meno disponibili a causa della crisi e non solo.  

Da sottolineare anche la collaborazione con il Conservatorio L. Refice di Frosinone per il progetto ATINAJAZZ CAMPUS che si sta strutturando proprio in queste settimane in maniera più organica per la prossima edizione 2013, rispetto alla quale si spera di avere ad Atina un numero sempre più cospicuo di studenti stranieri provenienti da vari paesi euroepi e dal Canada. Ampio ed immancabile risalto al territorio, sia attraverso le originali degustazioni di prodotti tipici durante gli intervalli tra i concerti in programmazione, sia attraverso due mini tour: il primo, la mattina del sabato, con la visita alla splendida Abazia di Montecassino e la domenica alla ricerca degli scorci più caratteristici della Valcomino e alla scoperta del Cabernet d'Atina Doc.  Proprio a proposito di degustazioni, AtinaJazz saràè  anche l'occasione per presentare un originale libro dal titolo "Ricette Umorali", edito da Fazi e scritto da Isabella Pedicini, che farà  capolino proprio nel rapporto tra cibo, vino e musica, con delle sorprese che metteranno sicuramente di "buon umore" il pubblico del jazz in quei giorni.   

Come sempre, tutto ad AtinaJazz Winter "ruoterà  intorno alla musica jazz", dai concerti alle mostre fotografiche, fino ad approcciare le degustazioni dei rinomati vini e dei famosi fagioli cannellini di Atina, i formaggi di Picinisco, i torroni di Alvito, il tartufo di Campoli Appennino. Insomma, Atina Jazz Winter, sarà  un occasione preziosa per coniugare la grande musica con le splendide ricchezze di un territorio forse ancora troppo poco conosciuto rispetto al panorama nazionale. Se un turismo culturale è possibile in relazione ad AtinaJazz si potrà  scoprire anche grazie ad un nuovo progetto realizzato dall'associazione culturale turistica nazionale Dreaming Holidays sulla valorizzare del turismo e il rilancio dell'immagine dell'Italia all'estero. Attraverso la progettazione e realizzazione di attività  di promozione turistica del territorio, l'oobiettivo è quello di invitare gli associati a raggiungere le località  proposte e guidarli in un affascinante viaggio attraverso luoghi sconosciuti, percorsi insoliti, e il lifestyle italiano. Una delle azioni prioritarie è rivolta agli iscritti all'A.I.R.E (Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero) e alle loro famiglie. Mantenere saldo il legame con le proprie radici è un obiettivo comune. Tanto, tantissimo dunque in questa IV edizione di AtinaJazz Winter, che si vuole presentare come il modo migliore per dare l'arrivederci alle vacanze natalizie e tuffarsi nel nuovo anno. INGRESSO GRATUITO INFO 392 9545762 www.atinajazz.com   Fonte: Comunicato stampa




Banner

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.