Home News News Simona Colonna: vince il Premio Parodi come migliore interpretazione e arrangiamento


Torna dal prestigioso Premio Parodi con un forte certificato da musicista Simona Colonna: al concorso dedicato alla musica etnica la cantautrice già vincitrice del Biella 2011 si è presentata forte del suo Brigante Stella e ha vinto il Premio come migliore interpretazione e come migliore arrangiamento. Non solo, la votazione interna fra i partecipanti le ha fatto portare a casa anche il Premio Speciale Artisti.

Ricordiamo che Brigante stella racconta di un personaggio realmente esistito nella langa attraversata dal fiume Belbo, feroce e crudele, e che morì tradito da uno dei suoi compagni che, non a caso, nel chiamarlo e nel farlo riconoscere dai Carabinieri lo manda a “visitare il diavolo in persona”. Il brano è uscito di recente nel cd Masca vola via (distribuzione Tre Lune, www.trelunerecords.it). Il supporto, prodotto dall'Associazione Artistica AnniVerdi che promuove Biella Festival e con il marchio Musicamade in Biella affiliato alla rassegna, è stato realizzato grazie al contributo destinato al vincitore di Biella Festival (www.biellafestival.com) che, così, si conferma una fra delle iniziative più attente alla crescita e allo sviluppo della creatività musicale made in Italy. Simona Colonna, infatti, assieme al primo premio Biella Festival 2011 si è vista assegnare il contributo per la realizzazione del suo nuovo lavoro, incluse la grafica della copertina, la promozione e la distribuzione online.

Un anno di gestazione, un lavoro di fino dal quale ha preso vita una delicata quanto incisiva suite per voce e violoncello. Una formazione alquanto insolita dove il repertorio si sviluppa su linee melodiche, intrecciando un contrappunto ritmico e armonico completo. Le armonie si rincorrono tra il classico contemporaneo e il moderno, attraverso il folk. Per un cd tutto in dialetto piemontese. Una lingua che diventa musica al di là dei localismi per una ricerca lungo il filo delle proprie radici. “Perché le radici siamo noi. Radici che, profondamente innestate nelle zolle della terra, producono in qualche modo i frutti della nostra storia.

Le tradizioni che narra Simona sono quelle che, solcando la terra Piemontese e le sue colline, raccontano le emozioni e le sfumature di attimi di vita passata. I sudori della gente del posto, dei contadini, le usanze, i modi di dire, le esperienze degli indigeni arrivano a noi tramite i suoni, in questo disco, attraverso la musica.

Cinque le tracce del CD: si apre con Bacialè che dipinge l’antica figura del sensale di matrimonio, un po’ romantica e un po’ opportunista; seconda traccia Masca vola via, l’originalissimo brano con cui Simona ha vinto il Biella Festival, che, fra leggende e memorie infantili affronta i temi dell’emarginazione sociale e delle streghe; si passa poi alla dolcissima ninna nanna di Ninnaoh per approdare a Portame via da si, un brano struggente di speranza ma anche di malinconia sull’emigrazione.

Quello di Simona Colonna è un mondo affascinante carico di leggende, di segreti, di grandi verità popolari. Raccontato con la passione graffiante e la semplicità totale del suo voce e violoncello e attraverso la musicalità di un dialetto che comunica alle emozioni prima che alle orecchie e al cervello: un nuovo esperanto dell’anima oltre i confini regionali e, perché no, anche nazionali.

Ufficio Stampa Studio alfa

tel. e fax 06. 8183579, e- mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

responsabile ufficio stampa e P.R. Lorenza Somogyi Bianchi, cell, 333. 4915100




Banner

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.