Home News News Black Sabbath: presentazione a Milano del libro "Masters Of Reality"

Black Sabbath: presentazione a Milano del libro "Masters Of Reality"


Sabato 1° dicembre alle ore 17 presso la libreria SHAKE di Vicolo Calusca a Milano, proprio di fronte a Piazza Sant'Eustorgio, si terrà la presentazione del volume di Stefano Cerati MASTERS OF REALITY. Saranno presenti l'autore e Mox Cristadoro, conduttore radiofonico ex Rock FM, attualmente a Radio Lombardia, che farà da moderatore.

Per acquistare il libro: http://www.tsunamiedizioni.com/index.php?page=shop.product_details&flypage=flypage.tpl&product_id=59&category_id=7&option=com_virtuemart&Itemid=77&vmcchk=1&Itemid=77

 

Stefano Cerati

Black Sabbath MASTERS OF REALITY

Dischi, Musica e Testi dell 217;era Ozzy (1969-1978)

I Black Sabbath hanno una maledizione nel nome.

Black Sabbath (messa nera) è un rituale pagano durante il quale le streghe evocano il demonio e questo, nell’opinione della gente comune, li ha segnati per sempre.

Ma i Black Sabbath non sono mai stati satanisti o adoratori del diavolo. C’è una bella differenza tra parlare del diavolo ed adorarlo. Loro volevano solo scrivere storie horror e paurose perché preferivano spaventare gli ascoltatori piuttosto che confortarli. Per questo la loro opera è stata spesso largamente fraintesa ed il giudizio su di loro si è basato su preconcetti e facili ed erronee speculazioni.

Questo libro si propone di riportare tutto nella giusta prospettiva, analizzando il significato vero di testi e canzoni e cercando di spiegare i reali intenti della band. I Black Sabbath sono stati degli innovatori nel rock, nei temi lirici, nel suono, nell’immagine ed in definitiva hanno dato vita ad un genere musicale nuovo che dopo di loro sarà chiamato heavy metal.

I Black Sabbath avevano testi visionari, crudi, ma anche fortemente impegnati nel sociale, che riflettevano le paure e le inquietudini di una generazione che usciva dall’estate dell’amore con la paura della guerra, della bomba atomica e della guerra fredda. La loro musica non era solo heavy e violenta, ma aveva forti radici nel blues, nel jazz, nel progressive e nella psichedelia.

I Black Sabbath sono sempre stati una band per i fan e non per i critici o la gente comune. Confrontati ai contemporanei Led Zeppelin e Deep Purple sono sempre stati considerati come dei brutti anatroccoli. Ora, in questo libro, si cercherà di rendere giustizia al merito alla loro opera, originale e straordinaria in tutti i suoi aspetti.

L’Autore:

Stefano Cerati nasce nel 1961 a Milano dove vive con moglie e due figli. Dopo una laurea in economia e diversi anni spesi a lavorare nel marketing e come consulente di direzione, dal 1994 dedica la sua vita interamente al rock. È stato redattore di molte riviste tra cui Flash, Metal Shock, Rocker, Metal Force e Rumore. Ha lavorato come deejay a RockFM per cinque anni ed ha fatto ufficio stampa per

agenzie concerti come One Step Beyond e Clear Channel e la catena del Transilvania. Attualmente è co-editore e redattore di RockHard Italy ed Inferno Rock. Ha scritto le guide sul grunge e sull’hardcore per Rumore. Cresciuto con il rock degli anni 70, ha vissuto in prima fila tutta l’esplosione della NWOBHM e del Thrash.

Fonte: Ufficio Stampa Tsunami Edizioni




Banner

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.