Home Articoli Libri Jugband Blues - A graphic trip on the tracks of Syd Barrett

Jugband Blues
A graphic trip on the tracks of Syd Barrett


Quante rock star hanno perso la vita, mietute dalla mannaia dello show businness e della propria indole spregiudicata? Tante, tantissime, sicuramente troppe.

Quante di queste rock star sono però sopravvissute fisicamente nonostante la perdita di contatto con la dimensione terrena? 
Veramente pochissime. Di sicuro una: Syd Barrett, al secolo Roger Keith Barrett, miracolosamente sopravvissuto ai suoi eccessi e probabilmente ancor di più alla propria indole, ma a scapito della propria sanità mentale.

Questo il fulcro del fumetto Jugband Blues ad opera di Matteo Regattin, coadiuvato nei testi daSimone Perazzone, edito a Maggio 2018 dalla NPE. Un fumetto in bianco e nero eppure tanto colorato come raramente se ne vedono tra quelli monocromatici. L’uso delle sfumature di grigi è infatti tale da restituire ai recettori sensoriali visivi, immagini calde, profonde ed avvolgenti.

Jugband Blues è un’opera scritta da un pinkfloydiano per i pinkfloydiani. Non ci sono altre interpretazioni, punti di vista o chiavi di lettura.

Spesso ho incontrato persone che sostenevano di avere tutta tutta la discografia dei Pink Floyd, per poi scoprire che invece conoscevano solo The dark side of the moonThe wall.....praticamente “quasi” tutta. I pinkfloydiani sono invece quelli che hanno il sangue rosa. Sono quelli che sognano di avere una intera parete della propria casa con sopra disegnato il prisma che scompone la luce. Sono quelli che quando passano davanti ad un muro grezzo di mattoni, guardano in aria perché sentono arrivare elicotteri anche se non ce ne sono nel raggio di cento chilometri.
Sono quelli che sanno che senza Syd i Pink Floyd non sarebbero nati in quanto tali e altrettanto sicuramente non sarebbero stati gli stessi senza la sua presenza, sia iniziale che successiva. Quella presenza che ha accompagnato gli altri quattro Floyd non solo fisicamente tra il 1966 ed il 1968, ma soprattutto per il resto della loro carriera, sia come fonte di ispirazione che come imprinting iniziale, mai del tutto rinnegato. Per quanto possa emergere dalla loro anagrafe ufficiale, a parte che nel primo album e nella parte finale di carriera, i veri Pink Floyd sono sempre stati in cinque.

Il fumetto racconta quindi dell’excursus di Syd, vissuto prima con gli occhi di un appassionato e poi con quelli del musicista stesso e delle persone che lo hanno circondato nel corso della sua vita artistica e non.

I disegni sono onirici, sintetici e magistralmente espressivi, ma soprattutto sono intonati con lo spirito psichedelico e mesto che si respira nella storia raccontata.
È un fumetto che colpisce diretto il cuore del vero pinkfloydiano d.o.c..
È un vero e proprio viaggio nella psiche di Barrett, ma non vista come una speculazione di marketing mirata ad esaltare virtù inventate, bensì mirato a sottolinearne il lato umano che i veri appassionati hanno ammirato del folle diamante.
Gli stessi Floyd, in svariate occasioni negli anni successivi, quando intervistati a riguardo, hanno infatti sottolineato l’aspetto umano e triste della storia, bandendo qualsiasi tentativo di esaltazione speculativa del reale stato di disagio mentale vissuto da Syd.

Sarà che il mio è un giudizio condizionato dal fatto di essere un pinkfloydiano convinto, ma a me il fumetto è piaciuto perché è colto, è ricco di aneddoti reali e soprattutto è creato con lo spirito giusto.
Ad arricchire il piatto c’è poi l’aspetto editoriale, curato come sempre nei minimi dettagli da NPE, sia nei materiali che nella grafica.
Un must quindi caldamente consigliato per un vero appassionato dei cinque musicisti anglosassoni.

Bello e toccante.






Editore: Nicola Pesce Editore (NPE)
Formato: 24 x 17 (orizzontale)
Pagine: 194 c.a.
Uscita: 24 Maggio 2018
ISBN: 8894818446
Prezzo: 19,90

 



Banner

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie .

Accetto i cookie da questo sito.